Tags: Malaspina

Scuole: chiuso il capitolo di via Martiri ne restano aperti altri

Sistemate le classi delle medie ora si pensa al “Belmesseri”. Poi toccherà al “Malaspina” L’inaugurazione del nuovo edificio scolastico in via Martiri della Libertà ha concluso un lungo capitolo che si era aperto nell’estate del 2007 quando le verifiche statiche avevano portato alla chiusura del plesso che ospitava l’Istituto Comprensivo “Tifoni”. Nei nuovi spazi, tuttavia,…

A Pallerone un prezioso gioiello del nostro patrimonio artistico

Riaperto dopo un importante intervento di restauro Grazie all’iniziativa degli Amici di San Caprasio, sostenuti da numerose Associazioni del territorio, il 12 settembre è stato presentato il palazzo Malaspina di Pallerone, riportato all’antico splendore grazie al corposo intervento di restauro realizzato da Alberto Malatesta che ha voluto così riportare il suo paese ai fasti antichi.…

La viabilità medievale in Lunigiana dai Liguri ai Malaspina

A Pontremoli l’analisi dell’archeologo Bottazzi per l’Unite. Nella Tavola Peuntingeriana i nomi di alcune località del nostro territorio, da Luni a San Leonardo fino alla misteriosa Boron. La viabilità romana, quella longobarda e medievale. L’archeologia medievale dà contributi basilari alla cultura materiale, fu avviata dal 1970 dall’archeologo Riccardo Francovich e dal geologo Tiziano Mannoni, rileva il territorio “normale”.…

Don Lorenzo Milani, il  prete che lega la Costituzione  al Vangelo

Si è svolto a Pontremoli il convegno sul priore di Barbiana organizzato dall’Istituto Storico della Resistenza e la partecipazione degli studenti di “Belmesseri” e “Malaspina”. Hanno partecipato Emanuele Rossi, (costituzionalista, prorettore della Scuola Superiore S. Anna di Pisa) e Mario Lancisi (giornalista e scrittore). Sono state le note della canzone “I care” ad accompagnare le relazioni sulla…

Aulla: la sua incerta identità è ciò che resta della lotta  tra abati, vescovi e marchesi ?

È certamente azzardato, ma l’ipotesi deriva dalle ricerche archeologiche e dai  recenti studi In pochi paesi della Lunigiana si ha un così scarso senso di appartenenza come ad Aulla, dove le famiglie presenti da secoli si contano forse nel palmo di una mano e dove la secolare abitudine ad essere luogo di transito e di…

Malgrate: i turisti tornano ad interessarsi dei castelli

Graffiti rupestri e statue stele sono muti testimoni della presenza dell’uomo in Lunigiana, la vallata in cui viviamo e di cui, non sempre, ne cogliamo le tante ricchezze. Secoli di storia impressi indelebilmente negli antichi manieri disseminati un po’ ovunque. L’estate targata 2017 ha registrato un sensibile aumento di turisti interessati alle visite dei castelli.…

“Malaspina” attori per  un giorno per ricordare Shakespeare

Gli alunni del Liceo hanno ricordato il grande drammaturgo inglese Il 2 febbraio, nell’Aula Magna del Liceo “Malaspina” di Pontremoli, sono stati ricordati i 400 anni dalla morte del grande drammaturgo inglese William Shakespeare. Gli alunni delle classi terze del Liceo Linguistico e delle Scienze Umane sono stati “attori per un giorno” nella realizzazione del progetto…

Gli Statuti di Aulla dei Malaspina e Centurione

Editi dal Centro Aullese di studi e ricerche lunigienesi e dal Comune. Il libro contiene anche i testi degli Statuti di Villaffranca, Lusuolo, Tresana e Monti Gli antichi statuti delle nostre comunità sono una fonte preziosa per ricostruire la vita sociale, economica e amministrativa così come si è articolata fino all’arrivo delle legislazioni nazionali, a…

Gli alunni del Malaspina al convegno Cittadinanza Informazione a La Spezia

Gli alunni del Liceo Linguistico e delle Scienze Umane “Malaspina” di Pontremoli sono stati invitati dall’Osservatorio permanente Giovani editori a partecipare al convegno Cittadinanza Informazione che si è tenuto il 1 e il 2 dicembre presso il Teatro Civico di La Spezia. Un’occasione imperdibile per incontrare esponenti italiani e stranieri del mondo dell’informazione cartacea e…

Canale di Ponticello: l’antico confine tra Pontremoli e i Malaspina

Una comunità della bassa valle del Caprio negli estimi del 1508 La zona, che nei libri dell’Estimo di Pontremoli del 1508, è definita “Imus Caprius” apparteneva al cosiddetto “Quartiere del piano”, una delle aree in cui era suddiviso, fra Medio Evo ed Età Moderna, il vasto territorio pontremolese. La denominazione topografica si deve alla localizzazione…