Meteo

Previsioni valide dal 14 al 20 agosto 2019

L’alta pressione dà i primi segnali di stanchezza ed arretra un po’, grazie al passaggio di aria più fresca Nord Atlantica. Tuttavia, per il momento, non ci sono segnali della prima vera crisi dell’estate, anche se le correnti umide ed instabili atlantiche hanno già preso la scena su gran parte dell’Europa centro settentrionale.  Per qualche giorno sulle nostre regioni avremo ancora tempo in sostanza stabile e con temperature nella media stagionale. Cenni di cambiamenti dopo il 20/21 agosto. Seguite gli aggiornamenti in rete sia sul Corriereapuano.it che meteoapuane.it.

Mercoledì 14: passaggio di nubi da Nord a Sud al mattino con rovesci nel  versante emiliano; nel pomeriggio invece possibile qualche locale acquazzone con colpi di tuono nel nostro versante.  Venti settentrionali. Temperature in calo.

Giovedì 15:  cielo poco nuvoloso per locali annuvolamenti sui rilievi , specie ai confini con la Liguria, accompagnati da brevi rovesci fra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio. Rasserena in seguito. Temperature minime fresche, attorno ai 12°C/13°C a fondovalle, massime attorno ai 28°C/29°C. Venti deboli da Sud Est.

Venerdì 16:  sereno o poco nuvoloso con cumuli pomeridiani in montagna, e possibili brevi rovesci  in occasionale sconfinamenti ai fondovalle. Temperature stazionarie o in lieve aumento.

Sabato 17:  sereno o poco nuvoloso con tendenza al passaggio di velature. Venti deboli meridionali. Temperature senza variazioni significative.

Domenica 18: poco nuvoloso per velature localmente dense ma innocue. Temperature in rialzo. Venti da Sud est con qualche rinforzo nel pomeriggio.

Lunedì 19:  da poco nuvoloso a nuvoloso per nubi medio alte. Non si esclude qualche sgocciolata. Venti meridionali. Temperature stazinarie.

Martedì 20: poco nuvoloso o velato. Venti da deboli a moderati da Sud Est. Temperature stabili.

 

dati meteo

Un luglio caldo, ma con buone piogge

3202meteoDal 29 luglio al 5 agosto otto giorni di atmosfera tranquilla, cielo spesso sereno o poco nuvoloso (qualche annuvolamento più consistente il 31) con brezze regolari e moderato caldo diurno alternato alla frescura notturna e del primo mattino.
Eccezionale la limpidezza di sabato 3; orizzonte nitido anche domenica 4. Distintosi per il caldo dei primi giorni e del periodo intorno al 25, il mese di luglio non ha negato una buona rinfrescata nella fase centrale e durante l’ultimo week-end. Balza agli occhi come le precipitazioni abbiano scelto soprattutto i giorni festivi o prefestivi.
La pluviometria mostra consistenti apporti registrati lungo il mese, verificatisi in 5-7 episodi ben distribuiti nel tempo, il che ha permesso il mantenimento e il rinvigorirsi del verde del nostro ambiente naturale. Sono caduti 112,0 mm a Pontremoli-Verdeno, 77,4 a Villafranca-Ghiaione, 122,4 a Gragnola, 120,4 ad Avenza (fonte SIR-CFR) e 128,4 a Massa-Genio Civile (stessa fonte). Soprattutto per la zona di costa, si tratta di quantitativi pari a più del triplo o quasi il quadruplo del valore normale, mentre in Lunigiana più del doppio a Pontremoli e il triplo a Gragnola. In montagna, è stato soprattutto il versante marittimo delle Alpi Apuane a raccogliere più di 150 mm, fino ai 179,6 di Vergheto, stazione a quota 845 m sotto le pendici del M. Sagro.
Caldo e piovosità superiori alla norma hanno ridato il via alla stagione micologica dopo l’interruzione di fine giugno-primi di luglio.
3202meteo_TABELLAVenendo alle elaborazioni dei dati termometrici, si notano medie superiori alla norma trentennale: surplus appena più sensibile nei valori minimi e più contenuto nei valori massimi. Minime, in media, pari a 15,9°C a Pontremoli, 15,5°C a Villafranca e 16,3°C a Gragnola. Le massime, in media mensile, pari a 29,6°C a Pontremoli, 30,5°C a Villafranca e 30,9°C a Gragnola. La media generale del mese, ottenuta dalla coppia dei due valori elencati, dà 22,8°C per Pontremoli, 23,0°C per Villafranca e 23,6°C per Gragnola, dove la stazione si trova in pieno centro abitato ed è quindi lievemente più calda.
Lo scarto positivo è di 1-1,5°C rispetto ai canoni climatici nostrani, situazione che il luglio 2019 condivide con l’analogo mese degli anni dal 2016 al 2018. Nei pomeriggi più ardenti, dal 23 al 25, vi è stata qualche punta fino a 36°C; le albe più fresche, a metà mese, si sono attestate a 11-12°C.
Non è stato un mese di luglio particolarmente soleggiato e al top della serenità, anzi si sono contati anche quattro giorni con cielo da molto nuvoloso a coperto. A Pontremoli, le ore di sole hanno raggiunto quota 286, livello inferiore alla norma (prossima a 300) e ben distaccato dal record di 348 ore del luglio più solatìo, che fu quello del 2015.

a cura di Maurizio Ratti, Mauro Olivieri e Giovan Battista Mazzoni

 

Archivio

 Consulta l’archivio

  • 31meteo Luglio se ne va a suon di record europei - La cronaca prende le mosse dal crescendo di caldo che si è registrato nei giorni dal 23 al 25 luglio. Questa volta, rispetto a giugno, i massimi effetti si sono sentiti un po’ più a nord. Non che sul Mediterraneo abbia fatto fresco, però le temperature vi si sono discostate dalla norma in maniera più…
  • 30meteo Calura estiva di luglio, atto secondo - Le due settimane centrali di luglio sono state gradevoli, all’insegna di un’estate vecchia maniera senza eccessi: dal 7 al 15, inoltre, le precipitazioni hanno attenuato le condizioni di asciutto che avevano dominato in giugno e i primi giorni di luglio. In particolare, l’ottima annaffiata di metà mese, ha rinvigorito la vegetazione pronta ora ad affrontare…
  • 29meteo Una finestra autunnale a metà luglio - Gli ardori d’inizio luglio, ereditati da quelli insoliti e ancor più intensi di fine giugno, si sono andati spegnendo e la variabilità ed un generale calo della temperatura sono divenuti tratti più dominanti del panorama meteo. Localmente ciò è avvenuto al prezzo di fenomeni estremi (tempeste di vento e grandinate, ripetutesi come un incubo per…
  • 28meteo Il fronte del caldo ha ormai ceduto - La cronaca dello scorso numero, centrata sulla eccezionale ondata di caldo di fine giugno, non aveva lasciato spazio ad uno sguardo d’insieme sul mese nel suo complesso. Quindi – rilevato che nella settimana in esame le condizioni meteo sono mutate verso un clima meno caldo, più umido, soprattutto domenica 7 con rovesci e temporali (più forti…
  • 27meteo Nell’ultima settimana di giugno calura feroce da Roma a Parigi - L’ultima settimana di giugno, una buona fetta d’Europa è stata avvolta da un caldo eccezionale – tanto più se si pensa che la stagione è solo al primo atto – che le previsioni avevano inquadrato in modo quasi perfetto. La Francia ha risentito maggiormente della vampata, con record su record crollare sotto fornace solare. L’area…