Meteo

Previsioni valide dal 13 al 19 giugno

Altre volte in queste pagine abbiamo parlato della ‘’regola della persistenza’’, che è quella teoria meteo climatica secondo la quale quando in certe regioni prevale da molto tempo lo stesso tipo di circolazione, questo tende a mantenersi inalterato, o quasi, anche in futuro. Pare che questa regola possa essere applicata ai prossimi giorni. In effetti le previsioni di questa settimana sembrano  una fotocopia di quelle della settimana scorsa, proprio a causa del persistere di uno stato di debolezza dell’alta pressione che lascia saltuariamente passare alcune perturbazioni, provenienti ora dal Mediterraneo Occidentale ed ora dal Nord Atlantico. Anche nei prossimi giorni sono dunque attese condizioni di tempo variabile con alternanza di fasi soleggiate e calde con fasi fresche ed instabili.

Mercoledì 13: cielo nuvoloso o molto nuvoloso con brevi schiarite. Saranno possibili rovesci e temporali sparsi più diffusi al mattino. Venti deboli ma con rinforzi nei temporali.  Mare mosso al largo. Temperature minime fra 12°C e 14°C, massime non oltre i 23°C/24°C.

Giovedì 14: nuvoloso nella notte e sino al primo mattino con residue piogge in Appennino. Schiarite sempre più ampie a valle. Venti in moderato rinforzo di Tramontana. Temperature massime in ripresa, minime stazionarie.

Venerdì 15: sereno o poco nuvoloso con qualche residuo addensamento in Appennino. Qualche cumulo nel pomeriggio. Venti settentrionali deboli o moderati. in calo. Mare poco mosso. Temperature minime in calo nelle zone con calma di vento; massime in aumento, fra 27°C e 29°C.

Sabato 16: sereno o poco nuvoloso con qualche cumulo pomeridiano in montagna, ma con basso rischio di occasionali piovaschi. Venti deboli. Mare calmo o poco mosso. Temperature senza notevoli variazioni.

Domenica 17: quasi sereno o poco nuvoloso con addensamenti stratiformi mattutini. In serata aumento della nuvolosità. Venti in rotazione a Sud Est. Mare ancora poco mosso. Temperature stazionarie, nella media stagionale.

Lunedì 18: peggioramento con rovesci e temporali sparsi. Venti meridionali.  Mare mosso. Temperature in diminuzione.

Martedì 19: nuvolosità variabile con residui rovesci specie in Appennino, tendenza a miglioramento. Temperature stazionarie,  tendenti al rialzo.

dati meteo

Siamo a giugno inoltrato, ma vincono ancora le nubi

24meteoL’avvio di giugno, meteorologicamente parlando, non è stato dei migliori e pure questa seconda settimana si è comportata senza infamia e senza lode, cosa che rientra comunque nei canoni stagionali. Le temperature, un tantino superiori alla norma, specie nei valori minimi a causa della nuvolosità diffusa, non hanno creato il desiderato optimum climatico anche a motivo dell’umidità piuttosto elevata e della debole ventilazione. Le precipitazioni si sono verificate in orari disparati, a testimonianza di una variabilità a tratti instabile, generalizzata e non solo termo-convettiva.
È da fine aprile che le giornate di tempo stabile, soleggiato e gradevole si stanno rivelando rare al punto da poterle contare sulle dita di una mano. Persino la breve fase anticiclonica che avrebbe dovuto assicurare un week-end solatìo è fallita piuttosto miseramente su tutta la Liguria e parte della Toscana, mentre altrove è andata meglio.
24meteo_tabellaI fenomeni idrometeorici salienti si sono verificati nel tardo pomeriggio (temporale) e nella tarda serata (rovescio con vento) di giovedì 7, nella notte di venerdì 8 e nelle ore pomeridiane dello stesso giorno (piovaschi, temporaleschi il pomeriggio).
Strati e stratocumuli hanno coperto per molte ore il cielo sabato 9 e domenica 10, quando, come detto, era atteso un miglioramento più franco. Chi si è recato in montagna, è riuscito a vedere più sole; chi si è recato al mare, è rimasto sotto la coltre nuvolosa.
Nubi di vario genere hanno imbronciato parzialmente il cielo anche lunedì 11 e martedì 12, in quest’ultimo caso con alcuni piovaschi pomeridiani e un rovescio più intenso poco dopo le ore 18. Qualche tuono si è udito intorno alle ore 20 in concomitanza di attività temporalesca organizzata lungo la costa e la fascia sublitoranea. La giornata di martedì si è chiusa sotto un cielo oscuro e minaccioso e da varie regioni giungono immagini e notizie di maltempo tra frane, turbini, grandinate e nubifragi.

a cura di Maurizio Ratti, Mauro Olivieri e Giovan Battista Mazzoni

Archivio

 Consulta l’archivio

  • 23METEO Maggio va in archivio senza rimpianti - L’estenuante ‘melina’ di maggio ha avuto fine tra gocciolate, piovaschi e nuvolaglia quasi sempre presente e giugno non pare ancora voler mutare registro in modo decisivo. Intanto è giunta l’ora di tirare le somme e calcolare le medie di maggio, terzo ed ultimo mese della primavera meteo, parecchio variegata pure in questa edizione 2018. Ripercorrendo…
  • 22meteo Maggio ci lascia tra caldo e insidie temporalesche - A maggio la guarigione dalla lunga fase di instabilità, instauratasi alla fine di aprile, si è rivelata più graduale di ogni aspettativa. Con il caldo accompagnatosi ad un campo barico alto e livellato, di stampo estivo, non è certo scomparso il fiorire diurno dei nuvoloni cumuliformi né si sono quietati, a parte il 24 e…
  • 21meteo Maggio altalenante, finale con il sole - Non si sono visti, nella settimana in esame, progressi incoraggianti quanto a condizioni atmosferiche: tolto venerdì 18, unico giorno di maggio che ha avuto l’alto onore di riuscire a conquistare l’ambita qualifica di cielo sereno o poco nuvoloso, è stato un succedersi continuo di… ‘stracci’ appesi per aria o in formazione in loco o in…
  • 20meteo Il nodo di freddo di metà maggio - Il nodo di freddo non è un fatto anomalo né tanto meno straordinario è il calo termico che si sta manifestando da domenica sera e che ha coinvolto le giornate di lunedì 14 e martedì 15 maggio. Già gli antichi avevano notato le ‘marce indietro’ della stagione primaverile, appunto i cosiddetti nodi del freddo. Uno…
  • 19meteo Maggio apre con il “broncio” - Archiviato l’aprile double-face, è arrivato maggio con un altro capovolgimento di fronte (i primi sentori l’ultimo del mese scorso) e ha infilato un trio di broncio totale dello spazio aereo lunigianese: 1° maggio grigio, il 2 grigio e il tre idem come sopra, da mane a sera e pure di notte. Un lenzuolo di altostrati…