Meteo

Previsioni valide dal 13 al 19 febbraio 2019

Chi attendeva bel tempo duraturo per qualche giorno può stare tranquillo e fregarsi le mani per quasi tutta la seconda decade di febbraio.
Infatti, un forte campo di alta pressione va espandendosi verso le nostre regioni tenendo lontane sia le perturbazioni atlantiche sia le correnti gelide che, dal Nord Europa, sfileranno dirette sulla Penisola Balcanica interessando marginalmente solo le regioni adriatiche e ioniche.
Godetevi, perciò, il solatìo cuore del ‘corto febbraietto’, quest’anno non proprio ‘maledetto’: senza però abbassare la guardia, perché l’inverno potrebbe tornare con i suoi classici colpi di coda.

Mercoledì 13 febbraio: sereno o quasi per qualche velatura. Un po’ freddo nelle ore notturne e del primo mattino con binate e gelate stanti delle temperature minime fra -2°C e -5°C, ma temperature pomeridiane superiori ai 14°C/15°C.

Giovedì 14: sereno o poco nuvoloso. Venti deboli. Brinate e gelate nella notte con minime fra 0°C e -4°C, ma aria molto mite nel pomeriggio con valori massimi superiori ai 15°C quindi elevata escursione termica diurna.

Venerdì 15: sereno o poco nuvoloso. Brinate notturne. Temperature stazionarie. Venti deboli.

Sabato 16: sereno o poco nuvoloso. Brinate notturne. Temperature stabili, con valori minimi nella media stagionale, ma massime ben superiori alle medie del periodo.

Domenica 17: sereno o poco nuvoloso. Nessuna novità nel campo termico con valori tiepidi nelle ore pomeridiane dopo il consueto freddo notturno e mattutino.

Lunedì 18: sarà possibile un parziale aumento della nuvolosità bassa e stratiforme. Venti in rotazione a Sud-Est e temperature in lieve diminuzione nei valori massimi.

Martedì 19: potrebbe eventualmente avvicinarsi una perturbazione atlantica con tendenza a cielo nuvoloso, pioviggine e poi deboli piogge. Seguire gli aggiornamenti su web Corriere Apuano e MeteoApuane.

dati meteo

Inizio di febbraio bello nei feriali, brutto nei festivi…

07meteoIl tempo, talvolta, ha la poco simpatica abitudine di peggiorare nel week-end dopo una sequenza di luminose giornate feriali: così è stato la scorsa settimana in questo inizio di febbraio, ma la prossima si comporterà meglio e ce lo promettono le previsioni qui accanto.
Lunedì 4, martedì 5 e mercoledì 6, invece, conclusasi l’intensa parentesi perturbata di inizio mese, il cielo si è aperto e il sole ha potuto splendere al soffio di una tramontana già non tanto fredda lunedì e che poi è divenuta più mite nei due giorni successivi, benché spesso ancora gagliarda e fastidiosa.
Giovedì 7, quietatosi il vento, si è depositato il freddo nelle valli con una gelata asciutta, priva di brina. Il cielo si è densamente velato a motivo del transito della coda di un sistema frontale, poi il sereno ha dominato pure venerdì 8.
07meteo_tabellaLe gelate dei giorni 8 e 9, più lievi, sono state accompagnate da deposito di brina per il graduale umidificarsi della massa d’aria. Quanto a sabato e domenica, era scritto che le nubi si sarebbero imposte e… non sono avvenuti miracoli dell’ultima ora. Le precipitazioni si sono rivelate durature (da sabato pomeriggio e lunedì notte), ma per lo più deboli a valle; localmente più copiose in montagna, specie nel tratto appenninico più orientale della Lunigiana, dal Lagastrello verso il Cerreto e oltre.
La neve è scesa solo sugli alti crinali, oltre i 1600 -1800 m, e lunedì prontamente è tornato a far festa il sole coadiuvato da alcune robuste sventolate di maestrale. Le correnti settentrionali hanno avuto buon gioco a mantenere sgombro l’orizzonte fin dall’inizio della settimana.
Resta da fare la sintesi sul mese passato, rimandato la scorsa volta per mancanza di spazio. La sensazione potrà forse essere stata diversa, ma gennaio 2019 va in archivio come abbastanza freddo, circa 1°C sotto la norma del periodo 1981-2010; se poi il raffronto prende in esame gli ultimi trent’anni, più miti, il deficit si consolida e lo scarto negativo passa a 1,5°C.
Tale risultato si deve quasi esclusivamente alle temperature minime, nettamente più basse del normale (le gelate hanno interessato 23-24 giorni su 31) con punte fino a -8/-9°C, mentre le massime si sono tenute sui valori consoni alla stagione, localmente superandoli di stretta misura.
Le precipitazioni, assenti per tutta la prima metà del mese, si sono ripresentate dal 17 in poi, ma totalizzando apporti modesti, pari al 30-40% di quelli attesi, e con frequenza limitata a 6 giorni contro i 10 della norma. Sono caduti 55,8 mm a Pontremoli, 64,8 a Villafranca, 63,8 a Gragnola e 40,4 a Massa.

a cura di Maurizio Ratti, Mauro Olivieri e Giovan Battista Mazzoni

Archivio

 Consulta l’archivio

  • 06meteo Merla e Candelora: più acqua che in 60 giorni - Questa settimana a cavallo di gennaio e di febbraio ha avuto un lungo ‘cuore’ perturbato e gli estremi, martedì 29 e lunedì 4 – tra i giorni della Merla e la Candelora – destinati rispettivamente a precedere e a seguire la fase di maltempo. La neve attesa anche a quote basse, il 30, ha fatto una comparsa…
  • 05meteo Gennaio, più lampi e tuoni che fiocchi? - Dite quel che volete, ma di stagioni ormai ne abbiamo un discreto bagaglio in groppa e si ricorda benissimo che, in gennaio e lungo l’inverno in genere, era ben raro udire tuoni e vedere lampi, nonché assistere a rovesci di pioggia e grandine. O meglio, poteva capitare ogni qualche anno e non in ciascuno dei…
  • 04meteo A gennaio, per San Sebastiano, un’ora in mano - Gennaio è lungo a passare, eppure si è già avviata anche la terza decade. La seconda, rispetto alla prima, si è chiusa con freddo meno sensibile in ore notturne e mattutine e con minori escursioni termiche. L’arrivo del vento, però, ha fatto sentire l’aria un po’ più rigida nelle ore diurne. Dopo quasi quattro settimane…
  • 03meteo Freddo ‘di consolazione’ per valli e pianure - La prima quindicina di gennaio lascia il tempo che aveva trovato per fine d’anno, con l’unica eccezione del calo termico intervenuto nei valori minimi e quindi con l’arrivo di un po’ di freddo. I giochi del vento sono rimasti immutati e solo ora si riaprono le danze delle precipitazioni, che hanno goduto di una pausa…
  • 02meteo Rigido e radioso l’inizio di gennaio - Si chiude, con la prima settimana, un primo round del freddo recato da gennaio, distintosi per il tempo bello e asciutto unito ad aria pungente e atmosfere nitidissime con ottima visibilità fino a martedì 8 quando la situazione ha proposto una faccia opposta, cupa ed umida, con il freddo dei giorni precedenti impegnato a ristagnare…