Tags: Fiume

La Repubblica di Fiume e la Carta del Carnaro

D’Annunzio e il lunigianese De Ambris protagonisti di quella stagione del 1919-1920. Il 12 settembre 1919 D’Annunzio volle la soluzione illegale della “questione fiumana” che al termine della prima guerra mondiale non era andata all’Italia. La prima Guerra Mondiale lasciò pesanti eredità anche nei paesi vincitori, i complicati atti dei trattati di pace aprirono nuove contese,…

Finita la Grande Guerra, a Versailles la firma dei Trattati di pace dei vincitori

Finita la Prima Guerra Mondiale è difficile ratificare la pace. Si scatenano nuove questioni che porteranno a dittature e nuove guerre. L’Italia inquieta e delusa abbandona il tavolo delle trattative La Grande Guerra porta uno sconvolgimento totale, i problemi diventano complessi e mondiali. L’Europa, che aveva scatenato la guerra, non ha più il primato economico…

Il costo della vittoria del 1918 fu l’enorme crisi del dopoguerra

Tanti i fattori di grave crisi: dal trattato di pace di Parigi del 1919 l’Italia conseguì risultati modesti; ebbe Trento e Trieste e l’Istria ma non Fiume, la Dalmazia, zone dell’Anatolia e ingrandimenti coloniali; aspri i contrasti col presidente americano Wilson e freddi i rapporti con Francia e Gran Bretagna,i delegati italiani abbandonarono la Conferenza…

Da Fiume a Marina di Carrara la riscoperta di una appartenenza

Il “Giorno del ricordo”: la testimonianza di un figlio di esuli istriani. La storia di una famiglia coinvolta nell’ esodo giuliano-dalmata. I difficili anni della sofferenza e la fatica dell’integrazione Sono un figlio di esuli istriani-dalmati e i miei genitori sono nati in due belle e grandi isole del Golfo del Quarnaro: mio padre a…