Nel Paradiso di Dante la gioia di operare nel bene e nell’amore

Oh abbondante grazia ond’io presunsi ficcar lo viso per la luce eterna L’Accademia della Crusca ha coniato per il 25 marzo il vocabolo Dantedì (analogia con i giorni della settimana costruiti su Giove, Marte o Venere); è una giornata per onorare l’altissimo poeta in cui gli uomini tutti possono trovare se stessi; la Commedia di…



Questo articolo è visibile solo per gli utenti abbonati.
>> Abbonati subito e scopri tutti i vantaggi <<

Condividi