Calcio: la Pontremolese soffre ma vince e il Serricciolo torna grande

La vittoria degli azzurri matura solo nel finale dopo un incontro dominato ino un campo impossibile. Il Serricciolo va sul velluto con lo Sporting Bozzano, ma il River non molla. Seconda sempre più complicata con l’Atl. Podenzana che tiene il passo ed aspetta tempi migliori. Bene Mulazzo, Monzone e Fivizzanese; arrancano Filattierese e FilVilla. Ora il pericolo sembra venire dal Ricortola. In Terza, Barbarasco beffato in casa ma resta in corsa per i play off, mentre il Fosdinovo vince il derby con il ValliZeri.   

Una formazione del Mulazzo Calcio. La squadra ha superato il Cerreto nel primo turno dei play off e si giocherà la Promozione in Seconda Categoria con l'Atletico Podenzana
Una formazione del Mulazzo Calcio. La squadra ha ottenuto una rotonda vittoria contro Stella Rossa

Le notizie positive della giornata appena trascorsa potrebbero anche essere tante, ma la più eclatante è quella che è passato un altro turno e, quindi, il traguardo si va avvicinando sempre di più. Sia chiaro, la strada è ancora lunga e non abbiamo ancora raccolto niente, però, ad essere sinceri, qualcosa sembra potersi profilare su tutti i fronti e, quindi, la stagione potrebbe, alla lunga, essere “meno peggio” di quello che in molti andavano vaticinando. Al solito, a tenere banco è la Pontremolese che, come il Mister Ruvo aveva cercato di fare capire in tutti i modi, non se la è vista proprio tutta liscia in quel di Chiazzano ed ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per portare a casa quei tre punti che, sulla carta, sembravano preparati su un piatto d’argento. Sia chiaro, per quanto gli azzurri non abbiano disputato un incontro memorabile, hanno fatto la loro parte e c’è solo da stupirsi se il vantaggio, strameritato, abbia tardato così tanto a venire. La responsabilità non è stata certo dei padroni di casa che, comunque, hanno fatto tutto il loro dovere, cercando almeno di salvare la faccia contro la capolista come avrebbe preteso un qualsiasi copione, quanto piuttosto di un campo infame che impediva letteralmente di giocare e, quindi, la Pontremolese ha dovuto combattere contro ben 12 avversari, riuscendo però alla fine a prevalere come era nella logica delle cose e di quanto espresso. In concreto, una trasferta positiva, impegnativa quanto ci si poteva aspettare, tale comunque da permettere di preparare al meglio, anche come mentalità, la seconda trasferta consecutiva contro un avversario come il Calenzano, usualmente ostico, ma soprattutto impegnato a restare fuori dalla zona calda della classifica. Chiaro che, a questo punto, non si può sottovalutare nessuno, ma, in particolare, chi ha ancora da raccogliere punti importanti come i fiorentini, anche perché qualora anche questo ostacolo venisse superato, la situazione psicologica sarebbe ancora più esaltante, forse quella giusta per preparare la volata finale in vista dello scontro diretto che rischia sempre più di diventare l’appuntamento clou della stagione. Senza scordare però che se la strada è irta di ostacoli per noi, lo è anche per gli altri, anche se, come il Mister ripete, è bene pensare agli affari nostri, che è meglio!

I tabellini delle nostre squadre
I tabellini delle nostre squadre

Più o meno, pur in condizioni completamente diverse, quello che sta succedendo al Serricciolo che ha dato ascolto alle evidenti invocazioni del suo Mister ed ha liquidato alla grande uno Sporting Bozzano, pericoloso solo nelle pretese, ma non certo nella qualità, per cui era opportuno affrontarlo con la necessaria concentrazione ad evitare il rischio di commettere altri passi falsi. Che fosse opportuno uscire con la posta intera era più che evidente perché la prossima trasferta parla di un impegno sulla carta del tutto abbordabile, guarda caso come quello della capolista, visto che le due reginette se la dovranno vedere con le contrapposte cenerentole. Ma, c’è quasi da scommettere che alla fine qualcosa di particolare andrà a succedere ed è importante che non siano gli aullesi a cedere il passo, ma pretendano per lo meno di mantenere le distanze. A proporre il solito bailamme è la Seconda che non smette proprio di stupire ed anzi proprio in chiave stupore, talvolta riesce a lasciare di stucco. Prendi, ad esempio, la batosta subita dal FilVilla che si è fatto infilare in casa da un rigenerato Ricortola, evidentemente intenzionato a risalire la china e ad evitare la retrocessione in diretta. I gialloneri hanno perso una doppia occasione, quello appunto di chiudere il conto con la condannata di rito e di uscire dalla zona a rischio ora più che mai alla loro portata. Per il resto, benissimo l’Atl. Podenzana che ha fatto tutto il suo dovere contro l’Atl. Carrara dei Marmi conquistando tre punti d’oro in tutti i sensi, con il chiaro obiettivo di limare nel breve il divario con la seconda in classifica e giocarsi il tutto e per tutto nei play off. Peccato che la Filattierese non sia riuscita a frenare la corsa del Corsanico, nonostante una partenza eccellente che le aveva permesso di portarsi avanti di ben due reti, per subire poi il ritorno dei padroni di casa del tutto intenzionati a restare in corsa per il primato visto che domenica prossima se la vedranno con la capolista in uno scontro diretto che potrebbe essere determinate in tutti i sensi. Le prospettive, infatti, sono abbastanza positive visto che lo Sporting Pietrasanta si è fatto stoppare sul pari da una buona Fivizzanese che alla fin fine avrebbe addirittura meritato qualcosa di più. Il resto dice di un Mulazzo in grande spolvero che strapazza lo Stella Rossa e lo fa ripiombare nel pattuglione delle nostre ancora in predicato per la salvezza, facendo così sperare che si apra un ulteriore spiraglio per uscire prima possibile dalla zona calda. Ha fatto tutta la sua parte in questo senso anche il Monzone che è andato a vincere in casa del Cerreto, tenendolo così a debita distanza con la prospettiva che si apra un varco anche numerico per ridurre le posizioni a rischio. Recrimina non poco il Monti che poteva ottenere ben di più dal confronto con una delle papabili e, invece, alla fine si deve accontentare di un semplice pari che risolve poco in termini di classifica, imponendo quindi di prestare ben più di una semplice attenzione al prossimo incontro in trasferta con il Fortis Camaiore che diventa quasi un test per sapere come potrebbero andare a finire le cose. Purtroppo, a seguire, ci saranno un paio di derby che potrebbero fare davvero grossi danni oppure offrire grosse opportunità, ma qui sta il bello del gioco e, quindi, non resta altro da fare che aspettare quello che il destino ci riserva. Brutte nuove, anche se non bruttissim,e dalla Terza dove il Barbarasco, chiamato a dare una prova di maturità con un avversaria diretta alla fase finale, dopo una buona partenza si è fatto infilare e superare, senza riuscire poi a rimediare nonostante il tempo a disposizione. I margini di sicurezza ci sono ancora, però pesa lo sfondamento del livello dei dieci punti sulla seconda che resta il vero problema ancora aperto per la definizione della situazione finale. E’ chiaro che, a questo punto, non sono più permessi passi falsi perché manca davvero poco alla fine e perdersi questa occasione sarebbe davvero infame, visto che non ci avanza nient’altro. Delle altre, dobbiamo solo da dire che il Fosdinovo si è tolto la soddisfazione di battere di misura il Vallizeri, impresa che ha solo il senso di permettere il sorpasso sui cugini e l’abbandono della penultima piazza per un piazzamento sempre modesto ma meno penalizzante. Quanto alla Palleronese, ritardato l’impegno con l’Academy dal quale spera di raccogliere qualcosa per rimuovere la classifica e ridarsi un tono, anche se ormai non ci sono più prospettive di raccogliere qualcosa di significativo.

Risultati, classiche e prossimi turni dei campionati locali
Risultati, classiche e prossimi turni dei campionati locali

Condividi