Vita: dono prezioso e prima meraviglia

Se persino la canzone più trasmessa in tutte le radio, con più di nove milioni di visualizzazioni sul web, ripete “Come posso io, non celebrarti vita…”, è segno che in un mondo che nelle sceneggiature dà sempre più spazio alla distopia e non fa più nascere bambini, soffrendo, secondo i sondaggi, di un vistoso calo…



Questo articolo è visibile solo per gli utenti iscritti.
>> Iscriviti gratuitamente per continuare la lettura <<

Condividi