La preghiera del vescovo all’altare della Madonna in Cattedrale

Mons. Santucci in Cattedrale: “Sii tu patrona delle nostre famiglie, guida la mente e il cuore di coloro che si prendono cura di noi”.  “La Settimana Santa sarà una prova per tutti”

14vescovo_liturgia_29.03.20“Ci apprestiamo a vivere la Settimana Santa in una forma che non avremmo mai immaginato – dice il vescovo Giovanni – sarà una prova per noi, abituati a condividere con la gente i gesti e le parole dei riti e delle celebrazioni, vivere nella solitudine quanto di più bello e ricco la nostra storia ci consegna”.
Così mons. Santucci si è rivolto ai sacerdoti e ai diaconi, nella lettera inviata in prossimità della Settimana Santa e della Pasqua. La celebrazione della Messa Crismale viene rimandata così come, a dopo l’estate, la celebrazione nelle parrocchie dei sacramenti della Prima Comunione e della Cresima.
Anche domenica 29 marzo, V di Quaresima, mons. Santucci ha continuato nella celebrazione della liturgia della Parola in cammino verso la Pasqua, da quando le disposizioni governative non hanno consentito le funzioni religiose con i fedeli nelle chiese. Dopo la preghiera ai piedi dell’altare del SS. Crocifisso della domenica precedente, ora il vescovo ha rivolto una preghiera di supplica all’immagine della Madonna conservata nella cappella del SS. Sacramento in Cattedrale a Massa.

On line la Veglia delle Palme e la Via Crucis

Si potrà partecipare da lontano  alla Veglia diocesana delle Palme, che verrà messa a disposizione dalla sera di sabato 4 aprile sul sito della Diocesi (www.massacarrara.chiesacattolica.it) e sul canale YouTube della “Scuola diocesana di formazione teologico-pastorale”, così come la Via Crucis Diocesana, che sarà disponibile dalla sera di mercoledì 8 aprile.

14vescovo_liturgia_madonna_29.03.20aNel consueto messaggio, mons. Santucci ha fatto riferimento ad alcuni avvenimenti accaduti nella settimana. Il 24 marzo, infatti, la Chiesa universale ha celebrato la Giornata Mondiale di preghiera per i martiri missionari, nel ricordo delle numerose vittime che ogni hanno donano la vita a motivo testimonianza nella fede nel Signore Gesù. Poi il vescovo ha ricordato la recita comunitaria del Padre Nostro del 25 marzo, quando il Papa ha guidato un momento di preghiera rivolto a tutti i cristiani nel mondo.
Infine, venerdì 27 marzo, il Santo Padre ha impartito la benedizione eucaristica urbi et orbi dal piazzale della Basilica Vaticana. “Sii tu patrona delle nostre famiglie, guida la mente e il cuore di coloro che si prendono cura di noi. Rendi saggi e prudenti coloro che ci governano – ha pregato il vescovo – sostieni la nostra debolezza, rendi a tutti noi la speranza di un futuro sereno e condiviso”.
Per quanto riguarda la Settimana Santa, il vescovo Giovanni celebrerà i riti previsti in Cattedrale, nel rispetto delle norme liturgiche e delle disposizioni stabilite dal Governo.

Condividi