Sulle accuse ai religiosi del Groppino: “no a processi sommari e fiducia nelle indagini”

La lettera del parroco di S. Caprasio, don Lucio Filippi, ai fedeli di Aulla sulla vicenda che coinvolge la comunità religiosa dei Discepoli dell’Annunciazione Sulla “terribile vicenda giudiziaria che ha coinvolto direttamente la comunità religiosa dei Discepoli dell’Annunciazione che risiede al Groppino, il parroco della pieve di S. Caprasio in Aulla, don Lucio Filippi, dopo…



Questo articolo è visibile solo per gli utenti abbonati.
>> Abbonati subito e scopri tutti i vantaggi <<

Condividi