L’ingresso di don Stefano Lagormarsini nella parrocchia del Mirteto a Massa

Domenica 2 febbraio. La solenne Eucarestia è stata presieduta dal Vescovo Giovanni

07donStefano_mirtetoIl pomeriggio di domenica 2 febbraio, festa della Presentazione al Tempio del Signore, ha segnato l’inizio di un nuovo cammino per la parrocchia di Mirteto, con l’ingresso del nuovo parroco don Stefano Lagomarsini.
Dopo undici anni, per motivi di salute don Giuseppe Marino ha lasciato l’incarico, mentre già da un anno aveva rinunciato alla guida delle parrocchie di Castagnara ed Ortola. Queste ultime dal novembre 2018 sono state affidate a don Fabio Arduino.
La solenne Eucarestia, presieduta dal vescovo Giovanni, e concelebrata da numerosi sacerdoti, ha avuto inizio presso l’Oratorio di Sant’Antonio Abate, vicino alla canonica, con il rito della Candelora, per poi proseguire nella Pieve dei Santi Vitale martire e Giovanni Battista con la Santa Messa e l’insediamento del nuovo parroco.
L’animazione liturgica è stata curata dalla corale parrocchiale, con l’apporto del coro di Castagnara, diretta da Andrea Nicolini e dal gruppo ministranti con l’accolito Maurizio Ceccaroni. In prima fila la Confraternita “Opera del Corpo di Cristo” guidata dal priore Pier Giuseppe Giusti, rinata quasi due anni fa.
Il Vescovo ha sottolineato come mai avesse visto così affollata la Pieve, essendo convenuti per l’occasione numerosi amici e fedeli dalle parrocchie nelle quali in passato don Stefano ha svolto il suo ministero, in particolare da Licciana Nardi e dalle altre dodici parrocchie della Valle del Taverone.
Al termine della celebrazione un saluto ed un ringraziamento al Vescovo ed al nuovo parroco è stato rivolto a nome del Consiglio Pastorale Parrocchiale da Gianni Bigi, poi don Stefano ha voluto rendere omaggio a Mons. Aldo Forzoni, il compianto vescovo di Massa che proprio nella Pieve di Mirteto anni addietro venne colpito da ictus.
Un suo ritratto è stato quindi collocato nella navata di sinistra e scoperto dal nuovo parroco. Alla celebrazione liturgica è seguito un momento conviviale nei locali parrocchiali.

Share This Post