I funghi di Zeri affascinano una TV franco tedesca

Due esemplari di funghi porcini
Due esemplari di funghi porcini

Ormai da circa un mese gli appassionati fungaioli riempiono le ceste con svariati chili del prezioso prodotto del sottobosco. Stagione fortunata per la Lunigiana, visto che porcini ed ovuli sono nati un varie zone del territorio. Tra queste si segnala la vasta area di Zeri, che ha così unito alle bellezze paesaggistiche la prelibatezza dei vari tipi di funghi commestibili, appartenenti al genere “ Boletus”. La loro bontà ha varcato, in fretta, i confini nazionali, tanto da trovare degno spazio su “Arte TV”, una rete televisiva franco tedesca, con sede principale a Strasburgo. Da un anno circa l’emittente è trasmessa anche su canali italiani, ovviamente nella nostra lingua. La regista Lorenza Castella, affiancata dal suo team, ha voluto passeggiare e sostare nei boschi della stazione turistica “Zum Zeri”, ammirando ciò che la natura ha regalato, in abbondanza, al luogo. La troupe ha filmato con interesse le abbondanti raccolte dei porcini, soprattutto dei “castagnari”, che spiccano per il loro colore rossastro e il gambo sodo e sano. Ad accogliere gli ospiti, Maurizio Viaggi, responsabile della stazione sciistica Zum Zeri, e Tiziana Arena, titolare di un noto agriturismo. In quest’ultima struttura il bravo chef Cristian Verrilli ha cucinato i funghi, nei modi più disparati, soddisfacendo ogni palato. Grande soddisfazione per il sindaco, Cristian Petacchi, che ha rimarcato le tante opportunità messe in campo nel periodo estivo, a vantaggio di turisti ed estimatori, dando a tutti la possibilità di “ricaricare le pile” dallo stress quotidiano accumulato durante l’anno. Senza tralasciare la gioia della curata e prelibata gastronomia. In barba a colesterolo e trigliceridi! i.f.

Condividi