A Villafranca ricordato l’eroe Flavio Torello Baracchini

Un immagine di Flavio Torello Baracchini accanto al suo veivolo
Un immagine di Flavio Torello Baracchini accanto al suo veivolo

Come ogni anno, anche nei giorni scorsi, l’Amministrazione Comunale di Villafranca, unitamente all’Associazione Arma Aeronautica, sezione di Massa Carrara, hanno onorato il capitano pilota Flavio Torello Baracchini, nato a Villafranca il 28 luglio del 1895. Denominato “Asso degli Assi”, per le oltre trenta vittorie riportate durante quella Guerra che la storia ha denominato “Grande”, fu innovatore di una strategia di combattimento consistente nel lanciarsi dall’alto, in picchiata, sugli aerei nemici attaccandoli da circa trenta metri. Il sindaco Filippo Bellesi, alla presenza di molte autorità militari e civili, ha ricordato, nella Sala del Museo Etnografico, le tappe e le imprese più significative dell’eroe facente parte dell’esercito del Regno d’Italia ed insignito di medaglia d’oro al valor militare. Il nipote Alberico Varoli si è soffermato sulla storia della famiglia Baracchini con precisi riferimenti alla vita dell’illustre zio. Non potevano mancare, negli interventi delle altre autorità, i riferimenti ai valori della democrazia, della pace, del dialogo: via privilegiata per il bene dell’umanità. Il sacrificio dei Caduti di tutte le guerre deve essere, per ciascuno di noi, in particolare per le giovani generazioni, esempio di tutela e di rispetto per la dignità di ogni uomo. La partecipata commemorazione si è conclusa con la celebrazione, da parte del parroco don Giovanni Barbieri, della S. Messa in suffragio dell’eroe, nella chiesa di S. Francesco. Prima della benedizione finale, lettura della “Preghiera dell’Aviatore”. i. f.

Condividi