Calcio: in salita la qualificazione al prossimo turno per la Pontremolese

Risultati imprevisti caratterizzano il turno di Coppa. Nel confronto tra Pietrasanta e Villa Basilica gli ospiti dilagano impietosamente rivelando uno stato di grazia imprevisto. Per gli azzurri un bel dilemma. Il Serricciolo pareggia a Tirrenia ma è fuori. Terzo turno tutto da seguire per sapere chi si qualificherà tra FilVilla e Monti e Fivizzano e Mulazzo, dopo che Filattierese e Monzone sono fuori dai giochi, così come l’Atl. Podenzana battuto dal Romagnano che ora dovrà vedersela con l’Atl. Carrara.

Risultati, classifica e prossimi turni della Coppa Italia
Risultati, classifica e prossimi turni della Coppa Italia

Che il secondo turno della prima fase della Coppa Italia delle diverse categorie dovesse riservare delle sorprese era nelle natura delle cose. Di certo, però, non ci saremmo aspettati alcuni risultati che, sulla carta, erano per lo meno improponibili. Ci riferiamo, in particolare, ma non solo, a quanto accaduto in Pietrasanta – Villa Basilica, ovvero le due avversarie di Coppa della Pontremolese, dove i padroni di casa sono stati letteralmente sommersi dagli ospiti evidenziando una fragilità generale che, nella esibizione di Pontremoli, non era assolutamente emersa. Quindi, chiudendo un sillogismo spontaneo, questa volta nient’affatto contestabile nei riscontri, il Villa Basilica, contrariamente a quanto preventivato, si propone per la Pontremolese nella partita finale del primo turno come un avversario non solo di tutto rispetto, ma decisamente ad altissimo rischio, tanto più che i lucchesi avranno il vantaggio di giocare tra le mura amiche. Ovviamente, non tralasciamo che ogni partita ha la sua storia e che questa Pontremolese, chiaramente in palla, come dimostrato nell’amichevole con la giovanile della Carrarese, potrebbe farci quel regalo che al momento sembra tutto in salita. Altrettanto a sorpresa e pur faticando non poco, il Serricciolo è riuscito ad uscire indenne dalla trasferta di Tirrenia, complicando così quanto basta le cose per i massesi che dovranno dare del loro meglio per superare il Don Bosco Fossone.

Una formazione del Mulazzo Calcio. La squadra ha superato il Cerreto nel primo turno dei play off e si giocherà la Promozione in Seconda Categoria con l'Atletico Podenzana
Una formazione del Mulazzo Calcio. La squadra ha fatto il suo esordio stagionale nella sfida di Coppa con il Monzone

Ben più complessa ed articolata la vicenda di Coppa in Seconda dove, intanto, perdiamo un pezzo importante che riduce a due le qualificabili al secondo turno. Parliamo dell’Atl. Podenzana che, dopo il pari interno con l’Atl. Carrara, ha dovuto cedere al Romagnano, per altro senza troppe recriminazioni, a dire che manca ancora qualcosa per poter affrontare un torneo che resta pur sempre complesso. Per il resto, nel primo triangolare il Monti si è fatto stoppare in casa dalla Filattierese che, pur non avendo nulla da guadagnare, ha fatto tutta la sua parte, a dimostrazione che non tutto il male viene per nuocere e che la batosta interna a qualcosa è servita. Avanza, quindi, lo scontro diretto al Bottero tra FilVilla e Monti per sapere quale delle due accederà al secondo turno. Anche qui un pronostico, sarebbe abbastanza facile, ma, come ben sappiamo, la palla è rotonda e di fronte ad uno dei derby agonisticamente più complessi della Lunigiana diventa difficile far pendere il pronostico solo dalla parte dei gialloneri, anche se avranno il vantaggio di giocare in casa. Nell’altro triangolare, il Mulazzo all’esordio illude i suoi tifosi di potere guadagnare la prima vittoria stagionale, ma il Monzone, dopo la delusione nel derby fivizzanese, non c’è stato ed ha voluto uscire a testa alta dalla competizione piazzando l’acuto a tre minuti dal fischio finale, che è valso un pari inutile ma moralmente importante, complicando però non poco la situazione dei danteschi che, se vorranno passare il turno, dovranno vincere a Fivizzano, impresa non impossibile, ma abbastanza problematica per una squadra all’esordio in Seconda categoria. Per sapere come andrà a finire, però, occorrerà attendere almeno dieci giorni in mezzo ai quali si disputerà la prima giornata dei diversi tornei, dove il bottino in palio sarà di tutt’altro interesse e valore per tante squadre, senza tenere conto degli obiettivi stagionali che sono ancora tutti da misurare.

La prima giornata del campionato della Promozione, della Prima categoria e Seconda Categoria
La prima giornata del campionato della Promozione, della Prima categoria e Seconda Categoria

Così la Pontremolese, per non pensare ai rischi sottintesi dalla trasferta di Villa Basilica dovrà preoccuparsi dell’esordio in terra fiorentina, contro quella Sestese che sembra non essere proprio cliente facile, anzi viene accreditata di precise ambizioni alla pari degli azzurri che sperano in un esordio favorevole per dare il giusto avvio ad una stagione che mantiene un’importanza tutta particolare dalla quale non si potrà prescindere. Non meno semplice il compito del Serricciolo che, pur in casa, dovrà affrontare quel Marginone che già nella passata stagione si era rivelato cliente difficile ed imprevedibile. Dalla parte degli aullesi pende il fatto di avere dato ben altra dimostrazione di qualità con il Tirrenia rispetto a quanto fatto vedere in casa con il Don Bosco, a dire che forse la cura Bertacchini sta dando i primi risultati ed è probabile che proprio all’esordio si riesca a vederne gli effetti concreti. Dalla Seconda, visto che abbiamo in lizza ben sette squadre, un vero e proprio minestrone sul quale occorrerà sprecare le ipotesi più imprevedibile per capirne qualcosa. Va da sé che lo scontro di giornata resta l’unico derby che viene proposto che è tra Mulazzo e Filattierese, ovvero le due antiche capitali della Lunigiana, dirimpettaie per natura e divise anche nelle simbologie malaspiniane dal ramo secco e fiorito. Come dire che ci sono tutti i presupposti che proseguire il conflitto secolare, fortunatamente limitato ai riscontri che possono uscire da un campo di gioco, certo meno cruenti, ma nella sostanza altrettanto preoccupanti, sebbene non si preveda che possa scorrere il sangue. Tutto lascia credere che sarà una bella battaglia che dovrebbe aumentare l’interesse di un torneo che deve per forza giungere ad esprimere qualcosa di importante per il nostro calcio e non solo lo spettacolo scontato dei derby. Delle altre cinque, esordiranno in casa il FilVilla contro il Lido di Camaiore e la Fivizzanese contro l’Atletico Carrara, due clienti che potrebbero rendere problematica la partenza delle due nostre. Tra le altre tre, il Monzone scenderà a Forte dei Marmi dove è sempre difficile fare risultato, ma proprio per questo vale la pena di provarci; il Monti se la vedrà col Romagnano che ha presentato le sue credenziali battendo in maniera ineccepibile l’Atl. Podenzana e proprio il Podenzana scenderà a Pietrasanta per affrontare lo Sporting, forse il cliente meno difficile della giornata e quindi una possibilità in più per testare la qualità della formazione e verificare se tutto può girare nel modo dovuto.

Luciano Bertocchi 

Condividi