L’infiorata di Brugnato in onore della Madonna del Popolo

28infiorata_BrugnatoUna piacevole sorpresa arrivata da Brugnato ha accolto la lunga teoria delle confraternite e dei fedeli che hanno partecipato alla processione in onore della Madonna del Popolo lo scorso 2 luglio.
A far bella mostra di sé, nel bel mezzo di piazza della Repubblica, il monogramma mariano realizzato con grande capacità e pazienza dai “maestri” dell’infiorata di Brugnato.
Un’arte che, di solito, trova la sua espressione per le vie di quel borgo in occasione della processione del Corpus Domini e che, come segno di amicizia e condivisione, è stata offerta a Pontremoli nel giorno della sua festa più significativa.
Come è noto, la diocesi di Brugnato, è stata a lungo legata alla Lunigiana per la presenza di alcuni territori, in primis la parrocchia di S. Pietro in Pontremoli, ad essa soggetti fino alla costituzione della diocesi di Pontremoli.
Negli ultimi anni tali legami sono stati rinsaldati da incontri tra le autorità e le Pro Loco dei due comuni. Nel 2017 fu il sindaco di Brugnato, Corrado Fabiani, a presenziare alle feste della parrocchia di S. Pietro. Poi, all’inizio del 2018, una delegazione pontremolese si è recata a Brugnato per stabilire un contatto che si vorrebbe duraturo.
In occasione della festa della Madonna del Popolo, infine, lo stesso sindaco Fabiani e il presidente della Pro Loco Marcello Scannerini, accompagnati dagli artisti dell’infiorata, hanno offerto alla città l’opera sopra citata; lo stesso sindaco, poi, ha partecipato in veste ufficiale alla processione. Il sindaco di Pontremoli, che assieme ai rappresentanti della Pro Loco e della Compagnia del Piagnaro ha accolto gli ospiti, con una lettera indirizzata al collega ha espresso il suo ringraziamento per “l’artistica opera e il generoso impegno”, segno di “appartenenza al proprio territorio e alle sue tradizioni”.

Condividi

Scrivi un commento