Corso di italiano L2 per richiedenti asilo

Presentato a Carrara da Casa Betania. Hanno partecipato il Vescovo Mario e mons. Gianfranco Perego, arcivescovo di Ferrara-Comacchio, presidente della Fondazione Migrantes che ha finanziato il progetto

Mons. Perego nella sala di rappresentanza del Comune di Carrara

Lunedì 28 novembre Casa Betania odv ha presentato il progetto “Re.mul.ita” (Reti Multimediali per l’italiano L2) che ha l’obiettivo dell’apprendimento della lingua italiana, grazie ad un corso multimediale per richiedenti asilo. Si tratta di 30 videoclip per un corso di italiano L2, cioè “lingua seconda”, perché l’integrazione passa attraverso l’apprendimento di un idioma.
L’iniziativa si è svolta nella sala di rappresentanza del Comune di Carrara, presentata da Giulia Severi di Casa Betania e docente di italiano L2, alla presenza del vescovo Mario e di mons. Gianfranco Perego, arcivescovo di Ferrara-Comacchio, Presidente della Fondazione Migrantes che ha finanziato il progetto.
“Un corso di italiano rappresenta un tentativo per una vera integrazione – ha detto mons. Perego – che passa attraverso l’apprendimento della lingua, secondo le quattro parole che ci ha consegnato papa Francesco” accogliere, proteggere, promuovere e integrare”. All’incontro erano presenti anche Ivonne Tonarelli, direttrice diocesana di Migrantes, e Sara Vatteroni, da poco nominata membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Migrantes.

Share This Post