Il 29 dicembre il Vescovo Gianni a Pallerone – Il 31 dicembre Ora di Preghiera – Concerto d’organo – Mons. Ambrosio torna ad “Ascolta si fa sera” – Conferma per don Luca Franceschini

Il 29 dicembre il Vescovo Gianni a Pallerone
Mercoledì 29 dicembre nella chiesa parrocchiale di Pallerone, per la festa del patrono S. Tommaso Becket, mons. Gianni Ambrosio, amministratore apostolico della diocesi, alle 11 presiederà il Solenne Pontificale.

A Pallerone il 31 dicembre Ora di Preghiera
A Pallerone, nella chiesa di San Tommaso Becket, venerdì 31 dicembre dalle 23 ora di Adorazione Eucaristica, recita del Santo Rosario, Benedizione Eucaristica e canto del Te Deum. Un’ora di preghiera di ringraziamento al Signore per l’anno che si conclude e di affidamento per l’anno che si apre. Per partecipare rivolgersi al parroco, don Francesco Sordi, al n. 329.2050276.

Concerto d’organo
Domenica 2 gennaio, alle 16, nella chiesa parrocchiale di Pallerone, l’atteso concerto d’organo di inizio anno della Scuola Diocesana di Musica Sacra con brani di Taroni, Bach, Verdi, Strauss, Quirici, Vecchiotti e Corsi. Dirige il prof. Ferruccio Bartoletti. Un’occasione per apprezzare il suono del prestigioso organo “Tofanelli” del 1905.

Mons. Ambrosio torna ad “Ascolta si fa sera”
Nell’ambito del programma radiofonico “Ascolta si fa sera”, in onda su Radio 1 Rai, mons. Gianni Ambrosio torna partecipa con alcune brevi riflessioni offerta ai radioascoltatori, nelle quattro domeniche di dicembre: la nota rubrica religiosa radiofonica da oltre 50 anni va in onda sulle frequenze di Radio 1 Rai. Già nel mese di giugno mons. Ambrosio aveva partecipato alla trasmissione. Il podcast può essere ascoltato anche dal canale YouTube della Diocesi.

Conferma per don Luca Franceschini
Con un decreto del card. Bassetti, presidente della Cei, don Luca Franceschini, insieme ad altri sacerdoti di diocesi italiane, è stato confermato per altri cinque anni quale membro del “Comitato per la valutazione dei progetti di intervento a favore dei beni culturali ecclesiastici e dell’edilizia del culto”, ed in particolare nella sezione “beni culturali”.

Share This Post