Provincia: MutaMenti: cinque concerti jazz itineranti

Il LukᚠOravec Quartet
Il LukᚠOravec Quartet

Si terrà dal 6 al 14 dicembre la seconda sessione 2019, dell’appuntamento con MutaMenti, il festival jazz itineranti che offre concerti di qualità in varie località della Provincia. Cinque gli incontri della rassegna che ha come direttore artistico l’armonicista jazz Max De Aloe. Si parte 6 dicembre presso la chiesa di Santa Maria della Rosa a Montignoso dove si esiberà Anais Drago in “Solo Project”. Anais Drago (violinista, effetti e loop station) si esiberà come solista proponendo composizioni originali affiancate da alcuni jazz standard, il tutto riadattato e scomposto in una forma minimale dove si alternano momenti di orchestrazione istantanea ed estemporanea ad improvvisazioni in diversi stili musicali. Secondo appuntamento l’8 dicembre al Teatro “Quartieri” di Bagnone con il VJ Collective (Gianmarco Scaglia al contrabbasso, Daniele Malvisi al sax tenore, Mirko Pedrotti al vibrafono e Paolo Corsi alla batteria) che presenta il “progetto.originals” il repertorio è formato da composizioni originali dei componenti del gruppo senza disdegnare ricerche sonore di composizioni di autori contemporanei. Terzo concerto il 12 dicembre a Villa Magnolia a Tresana con il Maislindos Trio (Francesco Schettino, voce e giocattoli percussivi, Ermes Pirlo, fisarmonica, melodica e tamborin, Marco Zanardelli, chitarra e cori) che propone “Un omaggio alla Musica Brasiliana” con un viaggio nella tradizione popolare della musica carioca. Quarto appuntamento il 13 dicembre al Centro arti plastiche di Carrara, con Luciana Elizondo (viola da gamba e canto) e Max De Aloe (armonica cromatica e fisarmoncia) che presentano “A blind date, il folle incontro tra la viola da gamba e l’armoncia”. Un incontro architettato da due musicisti curiosi e soprattutto grandi interpreti dei loro strumenti. Il repertorio del duo spazierà dalla musica antica al jazz, dalla musica popolare ai brani originali scritti dai due interpreti. Ultimo concerto il 14 dicembre alla Biblioteca Civica di Aulla con Lukas Oravec Italia Quartet (Lukas Oravec, tromba e filicorno, Daniele Gorgone, piano, Marco Piccirillo, contrabbasso, Pasquale Fiore, batteria). Oravec trombettista di origine slovacca con il suo quartetto propone un repertorio di composizioni originali dal suono graffiante e granitico. Non mancano al sound del gruppo elaborati arrangiamenti di grandi standard della tradizione jazzistica unite a coinvolgenti ballad dei più grandi autori della musica afroamericana per eccellenza. Tutti gli appuntamenti sono alle 21,30.

Condividi