Il “Malaspina” non si può abbattere, finanziamento (quasi) perduto

Attribuito all’arch. Franco Oliva potrebbe essere sotto vincolo architettonico. Se dovrà essere recuperato bisognerà ricominciare da capo con l’incertezza sui tempi e i costi. E gli 11 milioni potrebbero andare altrove La costruzione del nuovo edificio che avrebbe dovuto sostituire quello attuale che ospita l’Istituto “Malaspina” in piazza Italia è a forte rischio. Anzi si…



Questo articolo è visibile solo per gli utenti abbonati.
>> Abbonati subito e scopri tutti i vantaggi <<

Condividi