Lunigiana: grande successo per le manifestazioni dell’estate

Filetto e Ponticello. La frazione villafranchese si è ricalata nel Medioevo prima della festa finale con la fiera di San Genesio

Filetto Medievale 2019 (foto Massimo Pasquali)
Filetto Medievale 2019 (foto Massimo Pasquali)

Nel suggestivo borgo di Filetto, ad agosto si è svolto l’atteso Mercato medievale ideato ben 32 anni fa dalla Pro loco, in sinergia con il circolo Anspi, l’Amministrazione comunale e la parrocchia dei Ss. Filippo e Giacomo. Dall’11 al 15 agosto ogni piazza, ogni viuzza, ogni borghetto si sono trasformati, con i dovuti addobbi preparati ad hoc, per offrire scenari unici, capaci di emozionare. Ogni sera un susseguirsi di spettacoli. Gli “Ignes fatui” con la Compagnia di alto fuoco; animazioni sui trampoli, sbandieratori, musici… mentre mago Abacuc ha attirato l’attenzione dei più piccoli. Nel borgo degli Ebrei rievocazioni antiche con l’Associazione “Collegium lunae” graditissimo il falconiere Fabio con i suoi rapaci dalle penne colorate…

Filetto Medievale 2019 - Trampoliere e partner (foto Massimo Pasquali)
Filetto Medievale 2019 – Trampoliere e partner (foto Massimo Pasquali)

Le bancarelle hanno messo in mostra oggetti vari, per tutte le tasche. Gli appassionati di Medioevo hanno avuto la possibilità di gustare, nell’antico Convento, situato nella piazza della chiesa parrocchiale, i piatti di quell’epoca storica grazie alla perizia del noto chef Rolando Paganini già professore dell’Istituto Alberghiero “Pacinotti” di Bagnone. Grande soddisfazione per il sindaco di Villafranca Filippo Bellesi che parla di una kermesse preferita da un numero sempre crescente di persone, molte provenienti dalla Versilia e per il presidente della Pro loco Umberto Zangani. “Il Mercato medievale, dice, è alquanto cresciuto nel passare degli anni, a vantaggio della qualità in ogni settore. Una macchina complessa che per funzionare bene necessita dell’unione di tutte le forze delle Associazioni locali, ovviamente del Comune, dei tanti volontari Vab, Ser che unitamente alle Forze dell’ordine garantiscono sicurezza durante le affollate serate. L’elenco continua con gli sponsor, il fotografo Walter Massari e tutti coloro che, in qualsiasi modo, hanno dato il loro contributo. Molto apprezzata l’enogastronomia che valorizza le tipicità del territorio”.

Filetto Medievale 2019 - Il giocoliere e il pubblico che osserva (foto Massimo Pasquali)
Filetto Medievale 2019 – Il giocoliere e il pubblico che osserva (foto Massimo Pasquali)

Una festa, insomma, che catapulta ogni visitatore fuori dal tempo. Per un salutare stacco dallo stress che quotidianamente ci aggredisce. Altro appuntamento importante di Filetto, la fiera di S. Genesio. Ultimo ritrovo di turisti ed emigranti, nella suggestiva Selva, prima di riprendere “il lavoro usato”. Dal 23 al 25 agosto mercato di merci varie e stand gastronomici con specialità lunigianesi e non. Tante le attrazioni del Luna park per la gioia dei bambini e le attività sportive. Grazie alla collaborazione fra Comune di Villafranca, Maria Lombardi Eventi e Premio Lunezia, sabato 24 alle 21 nel salotto “Premio Lunezia”, tramite il patron Stefano De Martino e Loredana D’Anghera, è stato premiato il vincitore Enrico Nigiotti, a seguire Dino Macino show. Per i credenti, S. Genesio è occasione per rafforzare la fede nel ricordo del martire che, ad Arles, si rifiutò di sottoscrivere un decreto di condanna contro i cristiani. Tante le S. Messe celebrate, dal parroco don Pietro Giglio e da altri confratelli. Purtroppo gli scrosci violenti dei temporali di fine estate hanno causato non pochi disagi facendo diminuire le presenze. Ivana Fornesi

Ponticello si è rituffato ancora nel passato

Ponticello - Antichi Mestieri 2019 - Andreina con la sua lana colorata con prodotti naturali (foto Massimo Pasquali)
Ponticello – Antichi Mestieri 2019 – Andreina con la sua lana colorata con prodotti naturali (foto Massimo Pasquali)

Dalla vigilia di Ferragosto fino al 17 agosto, Ponticello di Filattiera ha accolto, in una cornice da gran festa, il noto appuntamento “I mestieri nel borgo”. La civiltà contadina è stata al centro dell’attenzione di un pubblico particolarmente numeroso ed attratto da mestieri, figuranti, rumori, costumi di un mondo rurale, ormai lontanissimo, che rinnovella ai lunigianesi le proprie origini agresti-pastorali. Gli organizzatori, con passione, impegno, creatività e tanta voglia di fare, hanno predisposto un calendario zeppo di eventi, senza nulla tralasciare al caso con un occhio di riguardo per i bambini per i quali sono stati preparati dal Cai di Filattiera i giochi dei bisnonni.

Ponticello - Antichi Mestieri 2019  - Beatrice a scuola di carpenteria (foto Massimo Pasquali)
Ponticello – Antichi Mestieri 2019 – Beatrice a scuola di carpenteria (foto Massimo Pasquali)

Molto graditi i gruppi folcloristici, la musica, i balli, le note delle fisarmoniche che conservano un fascino particolare, capace di mettere allegria e di permetterci di staccare, almeno per un pochino, dai problemi della quotidianità. Ampio spazio alla cultura nella consapevolezza che essa rimane volano di crescita personale e collettiva. Conferenze e dibattiti partecipati come “Filattiera in Bianco e Nero” a cura di Lorella Vannoni dell’associazione “Kuaikò”; “Scorcetoli, Caprio, Serravalle e Dobbiana: quattro “Ville” pontremolesi nel Vicariato foraneo di Filattiera” di Paolo Lapi; presentazione del libro “Le vacche di Gino di Pozzolo” di Franca Tozzi con gli incisivi interventi di Riccardo Boggi, Maria Luisa Tozzi e Giuliano Adorni. Eppoi ancora escursioni, passeggiate rilassanti, concorso fotografico, stand gastronomici per soddisfare ogni palato. L’associazione “Estate a Ponticello” può davvero “brindare al successo”, con i plausi del sindaco Annalisa Folloni, pronta per guardare al futuro targato “Agosto 2020”. i.f.

Condividi