A Pallerone il 4° raduno bandistico provinciale

La Filarmonica “S. Cecilia” ha ospitato la bella manifestazione alla quale hanno partecipato anche i gruppi di Bagnone, Filattiera, Casola e Pontremoli

La Filarmonica Santa Cecilia di Pallerone che ha ospitato il raduno bandistico provinciale
La Filarmonica Santa Cecilia di Pallerone che ha ospitato il raduno bandistico provinciale

Quest’anno è toccato alla banda di Pallerone – presidente Gianfranco Gavarini e maestro Paolo Vasoli – l’onore di ospitare il raduno bandistico della provincia di Massa Carrara, nell’ambito delle manifestazioni organizzate dall’Associazione Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome (ANBIMA) della Toscana.
All’appuntamento di domenica scorsa 16 giugno hanno partecipato la Filarmonica “Santa Cecilia” di Pallerone, la Società Filarmonica “S. Cecilia” di Casola in Lunigiana, la Musica Cittadina di Pontremoli, la Banda musicale di Filattiera e la Filarmonica “S. Cecilia” di Bagnone.
Alle 16,30 le bande sono partite da vari punti del borgo suonando marce, per convergere, in un clima di allegria favorito dai brani eseguiti, in piazza Castello.

La Filarmonica “S. Cecilia” di Bagnone
La Filarmonica “S. Cecilia” di Bagnone

Lì ogni banda ha proposto un breve concerto della durata di circa 15 minuti con una varietà e ricchezza di motivi tali da suscitare gli applausi e l’ammirazione del folto pubblico presente.
Nel corso della manifestazione, giunta alla quarta edizione, sono stati consegnati diplomi di partecipazione ai presidenti dei sodalizi da parte delle autorità presenti; tra queste il sindaco Roberto Valettini, che ha concesso il patrocinio del Comune di Aulla, e il presidente provinciale ANBIMA Oriano Bindi.
Al termine, lungo le vie del paese, ai partecipanti è stata offerta una cena speciale da parte di volontari della Filarmonica Santa Cecilia di Pallerone, con un’ospitalità che ha mostrato il volto più inclusivo e solidale della popolazione, a cui è andato il ringraziamento di tutti.

(Corrado Leoni)

Condividi