A Fivizzano consiglio record per brevità di durata e ricchezza di buoni propositi

Nella prima seduta il sindaco Gian Luigi Giannetti ha presentato la sua squadra di assessori

La nuova giunta del consiglio comunale di Fivizzano
La nuova giunta del consiglio comunale di Fivizzano

Mai ci era capitato, pur avendo partecipato ed assistito a numerosissimi Consigli comunali, di vedere chiudere una seduta in una quarantina di minuti. È vero che si trattava di quella di insediamento del nuovo Consiglio, riservata agli adempimenti istituzionali: giuramento del sindaco, ufficializzazione della composizione della Giunta, elezione del presidente dell’assemblea e della commissione elettorale, ma nel passato questi atti doverosi erano spesso presi a pretesto per interventi polemici, certo rigurgiti degli scontri della campagna elettorale, che chiamavano in causa, negli accesi dibattiti, i comportamenti dei candidati, le alleanze politiche delle liste, i programmi più o meno credibili delle stesse. Niente di tutto questo, ma solo ringraziamenti dei capilista ai propri elettori, dichiarazioni di volontà “costruttive” da parte delle opposizioni e di aperture alla “buone proposte” da parte del sindaco Gianluigi Giannetti. Insomma, un consiglio all’insegna del “vogliamoci bene”, nel quale sono stati presi anche due impegni di grande valore politico e democratico. Uno riguarda gli assessori che, su proposta del consigliere Luca Confetti di Sinistra Unita, dimezzeranno le indennità loro spettanti per legge; il risparmio – di circa 30.000 euro – sarà utilizzato per la riduzione delle tariffe delle mense scolastiche: sostegno notevole ai bilanci famigliari, che si aggiunge alla gratuità del trasporto scolastico. L’altro è la possibile attivazione (il progetto è pronto) dello streaming nei consigli comunali, per dar modo alla popolazione di avere informazioni dirette sul lavoro amministrativo.

Fivizzano: vista panoramica dalla SS 63
Fivizzano: vista panoramica dalla SS 63

Si può dire che sia stata una partenza col piede giusto, sottolineata dagli applausi del numeroso pubblico presente e dagli squilli delle trombe del Gruppo storico, di cui Giannetti è stato a lungo presidente. La riunione, venerdì 14, era iniziata con la lettura del giuramento da parte di un sindaco emozionato, anche per la presenza in sala della moglie e dei figli, e dichiaratamente consapevole dell’onore e della responsabilità della sua nuova funzione. Successivamente è stato soddisfatto l’interesse di tutti in merito all’organigramma della sua squadra amministrativa, fino ad allora supposta in base alle indiscrezioni dei soliti ben informati. Tra l’altro si vociferava di un’uscita dalla maggioranza del consigliere Confetti, non avendo il suo partito una rappresentanza in Giunta. Superata la questione con le “armi” della politica, è stato possibile al sindaco annunciare la formazione che “scenderà in campo”: Giovanni Junior Poleschi sarà vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici, all’edilizia scolastica e ai gemellaggi; Francesca Nobili curerà la Pubblica Istruzione, la Cultura, il Turismo; Alessandra Grandetti si occuperà delle Attività Produttive e del Personale; Diego Serafini sarà assessore all’Urbanistica, alle Cave e all’Ambiente. Alla presidenza del Consiglio Comunale è stata eletta Jessica Fabiani. Il sindaco ha conservato per sé il Bilancio e la Sanità. Della Commissione elettorale faranno parte, come effettivi, Ricciardi, Domenichelli, Giovannucci; Fabiani, Grandetti e Gia, come supplenti. La presidenza spetta al sindaco. E ora tutti al lavoro, assicurando trasparenza, come ha richiesto Alessandro Domenichelli, e con capacità di relazione, come ha voluto rimarcare Mirco Moscatelli.

Andreino Fabiani

Condividi