Donne vittime e donne criminali nella storia di Lunigiana

Da una parte il disagio e la mortificazione, dall’altra la capacità di esercitare il potere ed anche di commettere crimini. Ne ha parlato ad Aulla la storica Emilia Petacco Leggendo le polverose carte conservate nei registri civili e criminali degli archivi si potrebbe concludere che non c’è nulla di nuovo sotto il sole: il disagio…



Questo articolo è visibile solo per gli utenti abbonati.
>> Abbonati subito e scopri tutti i vantaggi <<

Condividi