Pellegrinaggio da Montelungo a Succisa in onore di Santa Zita con una buona partecipazione

Si è svolto nel pomeriggio del 25 aprile

18Pellegrinaggio_SantaZitaHa registrato una buona partecipazione il pellegrinaggio da Montelungo a Succisa per celebrare gli 800 anni dalla nascita di Santa Zita, organizzato dall’Associazione Via Francigena Alta Lunigiana.
La camminata si è svolta il 25 aprile nel pomeriggio, guidata dal presidente dell’associazione, Mattia Monacchia.
Gli oltre 20 pellegrini sono partiti dalla chiesa di San Benedetto e, attraversando Montelungo Inferiore, hanno raggiunto il punto di attacco della Via Francigena, di cui hanno percorso il tratto tutelato, mantenuto e segnalato dall’associazione stessa.
18Pellegrinaggio_SantaZita1Giunti a Succisa, sono stati accolti dal prof. Gino Monacchia, esperto di storia locale, che ha guidato i pellegrini alla Casa-Cappella di Santa Zita e spiegato l’agiografia della Santa, le tradizioni e i miracoli a lei attribuiti. Ha anche evidenziato la fortissima devozione ancora viva nel paese che ne rivendica i natali.
Al termine, nella chiesa delle Sante Felicita e Perpetua, i pellegrini hanno partecipato alla Santa Messa celebrata da don Tonino Cocchi, assistito dal diacono Marzio Cherbi.
Soddisfatto il presidente Mattia Monacchia: “Sinceramente, vedere più persone di quelle che potevamo aspettarci ci ha riempito di gioia. Voglio sottolineare che chiedevamo un contributo libero finalizzato alla manutenzione del sentiero e tutti sono stati molto generosi. Le buone condizioni del percorso e la segnaletica frequente, collocata in punti strategici hanno dimostrato ai partecipanti che facciamo buon uso dei nostri fondi. Aggiungo che Santa Zita è la santa della carità e, cercando di seguire il suo straordinario esempio di generosità, noi affidiamo sempre i lavori da fare sul nostro percorso alle persone del posto che di volta in volta necessitano di un sostegno economico. Quindi, oltre a fare manutenzione, cerchiamo di fare anche del bene”.

Condividi

Scrivi un commento