A Pontremoli il falò di S. Ilario apre la strada ai fratelli maggiori

La pira accesa nel pomeriggio di sabato 13 gennaio nei pressi dell’oratorio dietro il castello del Piagnaro

03Falò_Sant'Ilario1Il gruppo di residenti o amici del Piagnaro ha fatto onore anche quest’anno all’impegno di mantenere viva la tradizione del falò in onore di S. Ilario, venerato nell’oratorio situato poco al di sotto del castello. In questa loro perseveranza sono stati premiati da un bel gruppo di persone che, alle 18 di sabato 13, sono giunte all’estremo del Piagnaro per godere dello spettacolo.
Niente a che fare con i due fratelli maggiori che bruceranno il 17 e il 31 di gennaio, sia per le dimensioni che per il materiale usato, ma, dopo le prime incertezze al momento dell’accensione, le fiamme sono svettate alte sulla pira, accompagnate dai commenti e dagli applausi dei presenti. Il tutto è stato allietato dalle bevande calde offerte dagli organizzatori della bella serata.

Condividi

Scrivi un commento