Malore di un giovane calciatore al campo sportivo di Gragnola

Il pronto intervento della Pubblica Assistenza della Valle del Lucido ha evitato il peggio. Il giovane, dopo essere andato in coma, si è risvegliato e sta progressivamente migliorando

malore calciatore GragnolaIl Direttore UOC Centrale Operativa 118 Alta Toscana, dr. Andrea Nicolini, ha inviato una nota di plauso e ringraziamento alla Pubblica Assistenza della Valle del Lucido per l’intervento che il suo equipaggio ha eseguito la sera del 21 settembre al campo sportivo di Gragnola. “La rapidità – si legge – con cui si sono attivati e hanno raggiunto l’obiettivo e la prontezza con cui hanno messo in atto le manovre di rianimazione cardio-polmonare e l’uso del DAE, hanno permesso di salvare la vita del giovane ventenne Luca Pasquini e, soprattutto, gli hanno garantito di riprendere tutte le sue funzioni. Grazie anche al personale dell’elisoccorso, della centrale operativa, dell’emergenza”. Quella sera, mentre stava disputando una partitella fra amici a Gragnola, Luca è stato colto da un grave malore che gli ha causato un arresto cardiaco. Subito assistito da amici giocatori “soccorritori” e poi dalla PA di Monzone, è stato trasportato al NOA di Massa dall’elicottero Pegaso. Le notizie parlano di un progressivo miglioramento e del ritorno alla coscienza. Un malore simile era capitato al fratello Nicola alcuni anni fa, nel campo di Montignoso, durante la partita di campionato Cinquale-Monzone. Il suo risveglio dal coma era avvenuto dopo circa un mese. A.F.

 

Condividi

Scrivi un commento