Aulla: per una sera è tornato in città il Premio Lunezia

Oltre 500 persone hanno assistito alla manifestazione

Premio Lunezia tutti sul palco per il gran finale (foto di Massimo Pasquali)
Premio Lunezia tutti sul palco per il gran finale (foto di Massimo Pasquali)

Un gradito ritorno, sia pure per una sera e come momento “collaterale” rispetto alla manifestazione. È infatti ritornata ad Aulla, venerdì 25 agosto, una serata del premio Lunezia, la manifestazione nata nel 1996 grazie a un’idea di Stefano De Martino e che premia i migliori testi della musica leggera italiana. Dal 2011 lo spettacolo si svolge a Marina di Carrara, ma Aulla non ha mai dimenticato quelle serate di musica e cultura che ha visto passare sul palco. E questo affetto lo si è visto dalla massiccia presenza di pubblico: almeno 500 persone, infatti, hanno affollato la centralissima e suggestiva piazza aullese.

Il palco e il pubblico del Premio Lunezia (foto di Massimo Pasquali)
Il palco e il pubblico del Premio Lunezia (foto di Massimo Pasquali)

La serata è stata un tuffo nel passato musicale con il ricordo dei grandi artisti della musica italiana, con la voce dell’attore Riccardo Monopoli, che come da tradizione ha recitato i testi e con la storica cantante Loredana D’Anghera che ha cantato sulle note dell’orchestra bandistica tutta lunigianese ‘Citronella Small Band’, guidata dal maestro Paolo Bongi. Il pubblico si è quidni entusiasmato nell’ascoltare “Fotografie” di Claudio Baglioni (Premio Lunezia 2003), “Piazza grande” di Lucio Dalla (presente al Premio Lunezia ad Aulla nel 2009) “La mia banda suona il rock” di Ivano Fossati e “Il canto del servo pastore” di Fabrizio De Andrè (Premio Lunezia 1997). C’è stata poi la consegna del Premio International Latin World a Monica Marziota Valdes, giovane artista nipote di uno dei componenti dello storico gruppo cubano ‘Buena Vista Social Club’, che si è esibito con l’accompagnamento al piano di Marcus Madrigal, noto pianista internazionale. Ma il momento clou della manifestazione è stata la consegna del Premio International Pop per Gazebo, per il successo a livello mondiale ottenuto con la canzone “I Like Chopin”. Hanno presentato la manifestazione Marina Pratici e il vice sindaco Roberto Cipriani in una serata che ha dimostrato il legame profondo che ancora lega Aulla al Premio Lunezia.

Condividi

Scrivi un commento