Filattiera: il sindaco Folloni fa il bilancio dei primi mille giorni di amministrazione

“All’ascolto dei cittadini con l’impegno di unire”. Regolamento urbanistico, rotatoria alla Pieve, nessun aumento delle tariffe i principali risultati rivendicati dal sindaco

Panorama di Filattiera
Panorama di Filattiera
La sindaca di Filattiera Annalisa Folloni
Annalisa Folloni

È “noi” la parola che il sindaco di Filattiera, Annalisa Folloni, utilizza più di frequente per raccontare la sua esperienza (che proprio domenica 19 febbraio toccherà quota 1.000 giorni) alla guida del Comune. Tanto che, una volta conclusa l’intervista, è quasi superfluo il suo richiamo ad evidenziare l’importante contributo di tutti i componenti della giunta, vicesindaco Giovanni Longinotti in testa, e di tutto il Consiglio, opposizioni comprese. Perché il concetto della pluralità dell’azione amministrativa è quasi un mantra rivendicato sin dalle prime battute dell’intervista: “Il nostro obiettivo principale è stato quello di lavorare per unire e non per dividere. E credo che, con mia grande soddisfazione, abbiamo riportato l’armonia e dimostrato la capacità di ascoltare i bisogni dei cittadini”. E questo è stato possibile, rivendica il sindaco, “con un impegno quotidiano, assumendoci l’incombenza di risolvere le problematiche piccole e grandi che i nostri concittadini ci ponevano di fronte”. Tra i principali risultati portati in fondo dall’amministrazione filattierese c’è l’approvazione del regolamento urbanistico che era attesa ormai da tempo. Un regolamento che ha avuto la sua stella polare in due concetti chiave: “il recupero dell’esistente e il ‘no’ a nuove costruzioni”, cercando quindi di incentivare la valorizzazione e la ristrutturazione del patrimonio edilizio esistente con la risistemazione di case e casali nei centri storici e nelle frazioni.

rotonda-FilattieraAltra medaglia che il sindaco si pone al petto è quello di aver portato avanti e concluso il progetto per la realizzazione della rotonda sulla statale della Cisa all’altezza della pieve di Sorano. Un progetto avviato dall’amministrazione Lino Mori, ma che si era arenato anche per le contrarietà della popolazione. “In accordo con Anas – spiega il sindaco – abbiamo ridimensionato il piano originale (che prevedeva una sorta di doppia rotonda fatta ad 8 n.d.r.) sovradimensionato. Abbiamo cercato il coinvolgimento attivo della cittadinanza e poi portato alla conclusione i lavori. Ora la rotonda permette un maggior controllo della velocità delle automobili in un tratto di strada dove ci sono abitazioni e negozi e favorisce la valorizzazione dell’area della pieve di Sorano”. Pur condividendo in larga parte quanto dichiarato dal sindaco, ci permettiamo due osservazioni. La prima è che la rotonda resta comunque più grande del necessario, costringendo a delle brusche sterzate e controsterzate soprattutto per chi viene da Pontremoli e vuole uscire a Filattiera. La seconda riguarda il guard-rail che affianca la Pieve (seppur voluto dall’Anas): con quell’effetto “color ruggine” non è certo il massimo per valorizzare quell’interessante sito artistico. Ritornando all’aspetto includente che il sindaco vuole evidenziare, la Folloni sottolinea come “si sia sempre cercato di favorire lo sviluppo di attività culturali, sociali e ricreative soprattutto nelle frazioni per mantenere viva una presenza importante per il territorio”. E poi l’impegno, nonostante una forte diminuzione dei trasferimenti statali (passati dai 393mila del 2014 ai 248mila attuali), a mantenere invariati i contributi comunali richiesti ai cittadini.

Andando, invece, ai lavori in corso d’opera, il sindaco rivendica la prossima conclusione (entro la primavera) della Casa Torre a Canale di Scorcetoli: ristrutturata, diverrà un punto di accoglienza, con 12 posti letto, per i pellegrini della Francigena. A proposito dell’antica via percorsa da Sigerico, la Folloni sottolinea come l’amministrazione abbia affidato la gestione del tratto che riguarda il Comune di Filattiera al Cai che ne garantisce la fruibilità: “non a caso abbiamo ricevuto molti complimenti dai pellegrini che transitano. Del resto siamo ben consapevoli che la Francigena può divenire un volano per il turismo; per questo abbiamo appoggiato (con un o.d.g. approvato all’unanimità dal consiglio comunale) l’impegno per far entrare la Francigena nel ristretto novero dei siti considerati patrimonio dell’Unesco”. In corso di conclusione anche i lavori per la realizzazione del ponte dell’Orzanella, che collega Scorcetoli con Cantiere. Sempre in quell’area, si andrà presto a realizzare un centro per la protezione Civile che sarà gestito dai volontari dell’Alfa Victor. Altro impegno che il sindaco rivendica è quello di aver dato risposta alle situazione precaria che si registrava nei cimiteri, in particolare nella frazione di Rocca Sigillina, grazie anche alla donazione gratuita di un abitante che ha permesso di allargare l’area del camposanto. Sempre in quest’ambito è previsto a breve l’avvio dei lavori per dotare di nuovi loculi il cimitero di Filattiera nei pressi della Pieve di Sorano. (Riccardo Sordi)

Condividi

Scrivi un commento