Tags: Russia

Il giorno che a Nikolaevka si decise la sorte di migliaia di soldati italiani

Il 26 gennaio 1943 venne combattuta la battaglia che valse la salvezza. I resti dell’Armir ruppero l’accerchiamento Ottant’anni fa, il 26 gennaio 1943, a Nikolaevka, quel che restava dell’Armata Italiana in Russia, trovò la forza e la capacità di rompere la morsa nella quale la stringevano le divisioni sovietiche e potè così avviarsi verso la…

C’è bisogno di pace, rispetto della vita e di pane e non di armi

È ripartito da Altamura l’appuntamento per la 55.ma Marcia Nazionale per la Pace   Dopo due anni di pausa dovuti al Covid, è tornato l’appuntamento con la Marcia della Pace del 31 dicembre – “Nessuno può salvarsi da solo. Ripartire dal Covid per tracciare insieme sentieri di pace” lo slogan – organizzata dalla Commissione episcopale…

Francesco Mastrelli, un pontremolese nella Grande Armée

Soldato di Napoleone, fu nominato comandante della Guardia Nazionale di Pontremoli È Francesco Mastrelli quello ritratto nel 1861, con fiero atteggiamento, in questa foto nella divisa da comandante della Guardia Nazionale di Pontremoli. Ma ben prima fu soldato di Napoleone Bonaparte. Come si legge infatti nell’estratto del registro matricolare del “2° reggimento Guardie d’Onore” della…

Dicembre 1942, l’ultimo Natale. Sul fronte russo

La lettera inedita di Adolfo Musetti inviata ottant’anni fa a Grondola, dove era nato 22 anni prima. Sarebbe morto poche settimane dopo in un campo di prigionia. Gli “archivi familiari” continuano a restituire testimonianze inedite di un passato che può sembrare lontano, ma che invece è ancora vivo nella memoria e negli affetti di tanti.…

La pax turca sulla pelle dei curdi

Ankara ha dato il via in Kurdistan all’operazione Artiglio-Spada Come previsto, la Turchia riscuote i suoi crediti: il 20 novembre Ankara ha avviato l’operazione Artiglio-Spada con una pioggia di bombe sul Kurdistan siriano e iracheno. Dalle informazioni sul campo risultano colpiti anche obiettivi civili, un ospedale pediatrico e diverse centrali elettriche. L’iniziativa non ha scadenza…

No alla guerra: è urgente una soluzione politica del conflitto

Dalla manifestazione per la pace di Roma inviti a mediare tra Ucraina e Russia   Grande mobilitazione per la pace il 5 novembre, a Roma: a scendere in piazza sono state associazioni locali e nazionali, movimenti, sindacati, singoli cittadini: decine e decine di migliaia di persone, quasi 600 sigle per chiedere il “cessate il fuoco…

Gli aiuti alle popolazioni per costruire la pace 

“Nell’ultima settimana mi piangeva il cuore nel vedere il magazzino vuoto”. La confessione è del sindaco di Lezajsk, Krzysztof Sobejko. L’occasione è la cena a Lezajsk, in Polonia, sul confine ucraino, in onore degli amici provenienti dalla Romagna con due tir di aiuti. Oltre 30 tonnellate per un valore di più di 70-80 mila euro.…

Non scherziamo con  il fuoco… nucleare

Il weekend elettorale ha fatto passare per qualche giorno in secondo piano la guerra che la Russia ha scatenato in Ucraina, dopo che la stessa, la settimana scorsa, aveva riguadagnato le prime pagine a seguito del discorso pronunciato da Putin sullo stato della “operazione speciale”. Tre i punti di maggiore rilievo: la chiamata alle armi…

La Russia oppressa da un sol uomo al potere

Un validissimo contributo di conoscenza della Russia postsovietica che tanto ci sta inquietando viene dal saggio La Russia di Putin di Mara Morini (Il Mulino, 2020), che insegna Scienza politica all’Università di Genova, è padrona della lingua russa, la fonte principale delle sue ricerche sono studi dei più autorevoli “russologi” internazionali. Con scrupolosa attenzione spiega…