Tags: Lavoro

Serve più attenzione a lavoro e povertà

I nodi della politica economica davanti alle prospettive di crescita della produzione. Per evitare che la crescita sia a beneficio di pochi La risalita del Pil italiano nel 2021 è più forte delle attese: +6,1%, 2 punti in più rispetto alle stime di aprile, seguito da un ulteriore +4,1% nel 2022. Sono cifre rese note…

Troppe mamme lasciano volontariamente il lavoro

Dati preoccupanti dal Rapporto dell’Ispettorato sulle dimissioni delle lavoratrici con figli Quarantamila lavoratrici e lavoratori genitori di bambini fino a tre anni hanno dato dimissioni volontarie dal loro posto di lavoro nel 2020. Nel 77% dei casi (quasi 31 mila) le dimissioni riguardano lavoratrici. A certificare questi dati drammatici è la “Relazione annuale sulle convalide…

La povertà non è realtà astratta: ne soffrono milioni di italiani

Il reddito di cittadinanza va corretto, ma ha permesso a migliaia e migliaia di persone di avere un po’ di sollievo nella tribolazione. Tuttavia il dibattito nazionale lo conduce chi ha stipendi da favola La dichiarazione di Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, sul reddito di cittadinanza, se non offensiva per chi è in povertà e…

Il Reddito di cittadinanza oggi serve “più che mai”


Ma, secondo il Rapporto della Caritas, più della metà dei poveri non lo riceve Più della metà delle persone in condizione di povertà – il 56% – non usufruisce del Reddito di cittadinanza. Lo percepiscono invece il 44% dei nuclei poveri, soprattutto inoccupati, persone senza un lavoro e che non hanno sussidi di disoccupazione o…

Libertà di licenziamenti e diritto al lavoro

Un futuro vicino mostrerà gli effetti dello sblocco dei licenziamenti adottato dal Governo dopo l’ennesima mediazione nella “cabina di regia”, il vero tavolo attorno al quale si decide il destino delle proposte dell’esecutivo. Non è stato diverso per il “divieto a licenziare”, deciso lo scorso anno dal Governo Conte2 per evitare che l’emergenza sanitaria si…

Nicolas Schmit: “Garanzie ai cittadini perché abbiano lavoro e salari dignitosi”

Mentre si annuncia la fine all’obbligo di mascherina all’aperto da lunedì 28 giugno, quando tutte le regioni saranno in zona bianca e mentre il Piano presentato in Europa dall’Italia per ottenere i 191 miliardi di finanziamenti del Recovery Fund è stato promosso (così è in arrivo il 13% di prefinanziamento, circa 25 miliardi), il commissario…

Gli emarginati dal lavoro ai margini del mondo della produzione

Una quota di popolazione da coinvolgere nel mondo lavorativo è composta dai 3 milioni di inattivi che sarebbero disponibili ad essere occupati, se trovassero le condizioni adeguate. Un numero consistente di persone che è aumentato nell’ultimo anno di oltre 200mila unità. Queste persone rinunciano a cercare un’occupazione. Certo durante la pandemia sono aumentate, ma il…

La Chiesa volse lo sguardo alle questioni sociali

130 anni fa la Rerum Novarum enunciava il diritto dei lavoratori a ricevere la “giusta mercede” La Chiesa cattolica, guidata da Leone XIII, 130 anni fa, il 15 maggio 1891, con l’enciclica Rerum novarum per la prima volta poneva il suo sguardo sui problemi sociali del mondo contemporaneo, inaugurando la dottrina sociale della Chiesa, quel…

Un Primo Maggio afflitto dai segni di crisi: il lavoro torni ad essere un diritto

La festa dei lavoratori – il Primo Maggio – viene celebrata ogni anno in molti Paesi del mondo per ricordare le lotte per i diritti dei lavoratori, originariamente nate per la riduzione della giornata lavorativa. In Italia le otto ore lavorative furono stabilite solo con un Regio decreto legge del 1923. Da allora ne è…