Villafranca: piscine chiuse ma verso la  ristrutturazione

Va avanti il progetto di riqualificazione da quasi 10 milioni di euro con un bando Inail, che prevede però la chiusura del Villasport fino alla conclusione dell’opera

La piscina del Villasport a Villafranca
La piscina del Villasport a Villafranca

Niente piscine a Villafranca quest’anno. Una chiusura annunciata in maniera laconica sui canali social dell’amministrazione comunale di Villafranca e che ha fatto storcere il naso a più di un utente che ha manifestato il proprio dissenso, vista l’estate torrida che si sta sviluppando in queste settimane. Ma il motivo della chiusura è però, per così dire, “positivo” visto che è alla base dell’accordo con l’Inail per poter partire con il progetto di ristrutturazione e di riqualificazione da quasi 10 milioni di euro, come spiega il vicesindaco di Villafranca, Loris Bernardi “L’investimento di 9milioni di euro è fatto dal nuovo proprietario che è Inail – spiega Bernardi – quindi le regole del bando e le tempistiche vengono ovviamente decise dall’Inail stessa. Una clausola principale del bando è che l’impianto non avesse alcuna gestione al momento del perfezionamento degli atti affinché si evitassero spiacevoli contenziosi come succede spesso in Italia. Comunque per informazione durante l’intervento non si sarebbe potuto dividere in alcun modo l’esterna dall’interna perché l’impianto dell’esterna è dentro l’interna. Questo investimento permetterà ai cittadini di avere il servizio per moltissimi anni a differenza di ora dove le prospettive erano forse a fatica qualche anno ancora”.

In pratica l’operazione consiste nella cessione del Comune della proprietà dell’immobile all’Inail che farà da stazione appaltante per l’affidamento dei lavori. Una volta terminata l’opera il comune di Villafranca tornerà in possesso dell’impianto. Un cammino lungo e complesso quello che ha portato a questo finanziamento. Tutto è partito nel 2015 quando un Bando permise all’amministrazione di presentare un progetto per l’ammodernamento della struttura sportiva. Si attivò quindi una lunga trafila burocratica fatta di progetti, incontri, ritocchi e revisioni che portò alla fine all’approvazione, da parte dell’Inail del progetto e la perizia di stima. Il Comune autorizzò quindi la cessione del complesso all’Inail.

Il sindaco di Villafranca, Filippo Bellesi
Il sindaco di Villafranca, Filippo Bellesi

Ma andiamo a vedere in cosa consisterà l’opera. In pratica si andrà ad intervenire su entrambe le piscine, sia quella all’aperto che quella al chiuso. Per quella all’aperta, chiusa ormai da oltre 25 anni, è prevista un’opera di ammodernamento e di riqualificazione, mentre per la piscina interna verrà letteralmente demolita e ricostruita. Anzi ricostruite, perché verranno realizzate tre piscine come spiega il sindaco, Filippo Bellesi, “una più piccola riservata ai bambini, una intermedia ed infine una piscina ‘regolamentare’ che possa permettere a tutti di usufruire di questo servizio”. Ma non solo questo, ci saranno anche lavori di efficientamento energetico e di accessibilità permettendo l’utilizzo delle piscine anche alle persone diversamente abili. Un progetto importante che “darà grande risalto a Villafranca che ormai da decenni è il punto di riferimento per il territorio lunigianese quando si parla di piscine. Ora con questo progetto lo sarà ancora di più e ci auguriamo che dia un ulteriore stimolo al turismo oltre ad attrarre gli sportivi locali”.