È nata ufficialmente Lunigiana Ambiente

Si tratta della Società Operativa Locale (Sol) che gestirà il ciclo dei rifiuti nei 14 comuni della Lunigiana. Avrà la sede a Boceda di Mulazzo e amministratore sarà Mauro Zavani

La raccolta dei rifiuti con il metodo "Porta a porta"
La raccolta dei rifiuti con il metodo “Porta a porta”

è nata ufficialmente Lunigiana Ambiente srl, la società del gruppo Retiambiente che andrà a gestire il settore dei rifiuti urbani sul territorio lunigianese. “Efficacia, efficienza e convenienza saranno le tre caratteristiche che faranno da cardine all’operato della società”, così ha spiegato il sindaco di Aulla Roberto Valettini nella presentazione che si è tenuta lunedì mattina presso la Sala del Consiglio del Comune di Aulla.

Assieme al primo cittadino aullese c’erano Gianluigi Giannetti, presidente dell’Unione di Comuni Montana Lunigiana e sindaco di Fivizzano, e Marco Pinelli, membro del Comitato di Controllo Analogo di Retiambiente e sindaco di Podenzana. Si è così finalmente costituita la Società Operativa Locale (Sol), partecipata al 100% da Reteambiente che gestirà il ciclo dei rifiuti su tutti i 14 comuni della Lunigiana. Presenti all’incontro di presentazione anche i sindaci degli altri comuni della Lunigiana, l’Autorità di ambito e il Consiglio di amministrazione di Retiambiente spa, oltre al direttore generale Urbano Dini con i propri vertici tecnici. Lunigiana Ambiente srl avrà un nuovo statuto, la propria sede a Boceda di Mulazzo e una gestione affidata a un amministratore unico, il professor Mauro Zavani di Aulla, figura espressione del territorio. Tra i primi compiti di quest’ultimo, vi sarà la creazione di un organo che definirà gli indirizzi della società, per renderla pienamente operativa nel più breve tempo possibile. “L’evento di oggi – hanno commentato i partecipanti – sottolinea l’importanza della presenza delle istituzioni, vista la rilevanza del territorio che ricopre. La nuova società concorrerà con tutti gli altri Comuni di Retiambiente alla pulizia e al decoro dell’area servita. Questa giornata non dev’essere vista come un punto di arrivo, ma rappresenta un punto di partenza e una risposta a tutti quei cittadini che, come amministratori pubblici, ci chiedono risposte anche sui tempi ambientali e legati al complesso settore dei rifiuti urbani”.

Dal tavolo dei relatori, il presidente di Retiambiente spa, Daniele Fortini, ha ricordato i buoni risultati conseguiti in tema di percentuali di raccolta differenziata, sottolineando, inoltre, come, a tali risultati, sia importante aggiungere anche l’attenzione verso il contenimento dei costi e, quindi, delle tariffe. “Il territorio – ha precisato Fortini – ha già ottenuto risultati in crescita nella raccolta differenziata. Le percentuali e la qualità dei materiali raccolti all’interno del nostro Ambito Territoriale Ottimale sono soddisfacenti e ciò fa guardare con fiducia al futuro. Tramite il Pnrr si proverà ora ad ottenere finanziamenti per la realizzazione di centri di raccolta e altri impianti, che rappresenteranno un investimento e un miglioramento di tutto il territorio. Parliamo di un’impiantistica evoluta, mirata alla sostenibilità ambientale e al contenimento della produzione del rifiuto”.

Share This Post