La diocesi apuana accoglie il suo nuovo vescovo per una “Chiesa in uscita”

Saranno oltre 1.500 le persone che domenica parteciperanno in piazza Aranci a Massa alla solenne celebrazione in occasione della consacrazione episcopale e inizio del ministero pastorale di f. Mario Vaccari, vescovo eletto della Diocesi. Sarà una giornata importante non solo per il significato religioso della presa di possesso della sede vescovile, ma anche per la dimensione sociale e civile che questo comporta, in linea con quella “Chiesa in uscita” così tanto invocata da Papa Francesco. Il programma prevede che alle 15 in Piazza Garibaldi il vescovo eletto incontri i ragazzi e giovani, in un momento curato dalla Pastorale Giovanile e dall’Ufficio Catechesi. Successivamente, alle ore 15.30, inizierà il corteo che accompagnerà f. Mario in Piazza Aranci, dove per le ore 16 è previsto l’arrivo del vescovo eletto ed il saluto ufficiale alle autorità intervenute e alla città.
A seguire ci sarà la solenne celebrazione eucaristica, presieduta da mons. Gianni Ambrosio, amministratore apostolico. Insieme a lui saranno vescovi conconsacranti mons. Calogero Marino, vescovo di Savona-Noli, e mons. Rodolfo Cetoloni (ofm), vescovo emerito di Grosseto: previsti anche numerosi vescovi dalle diocesi toscane o limitrofe, assieme ai sacerdoti e ai diaconi. L’accesso alla piazza degli Aranci, a causa della normativa vigente in materia di ordine pubblico e sicurezza, sarà, dunque, contingentato, per cui sarà permesso solo a coloro che disporranno di un pass su invito o su prenotazione, comunque a partire dalle ore 15.

La consacrazione di domenica sarà trasmessa in diretta su Tele Liguria Sud e sul canale youtube

Per permettere una partecipazione più ampia dei fedeli, a partire dalle ore 16, la celebrazione di domenica sarà trasmessa dall’emittente televisiva Tele Liguria Sud, canale 172, e simultaneamente in diretta streaming sul canale YouTube della diocesi, dove la telecronaca e il commento della celebrazione saranno a cura dell’Ufficio diocesano per le Comunicazioni Sociali, mentre dal sito internet della diocesi sarà possibile scaricare il libretto predisposto.

Dalla Lunigiana sono previsti dei pullman di fedeli, mentre i cardinali e i vescovi presenti, assieme ai sacerdoti, avranno a disposizione il Salone degli Svizzeri in Palazzo Ducale per la vestizione e, poi, si accomoderanno nei posti a loro riservati. Al termine della celebrazione, il vescovo Mario saluterà i fedeli che si sono ritrovati in Cattedrale e poi, successivamente, tornerà a salutare i fedeli intervenuti in Piazza Aranci: in Duomo, infatti, è prevista la presenza di maxischermo per seguire la celebrazione. Da notare in infine che le celebrazioni pomeridiane nelle parrocchie di tutta la diocesi di Massa Carrara – Pontremoli verranno sospese, tramite decreto vescovile.

Messaggio in attesa dell’Ordinazione episcopale e l’ingresso ufficiale

Il saluto alla Diocesi del vescovo eletto

Carissimi fedeli della Diocesi di Massa Carrara-Pontremoli, in questi giorni che precedono immediatamente la celebrazione dell’Ordinazione e del mio ingresso ufficiale in Diocesi, mi sto occupando di questioni molto pratiche che riguardano soprattutto il mio trasloco definitivo dal Convento Sant’Antonio in Milano alla Curia vescovile di Massa. Oramai tutto è pronto e presto “toglierò gli ormeggi” dalla cara città di Milano, per sciogliere le vele verso la nuova destinazione… I giorni che hanno preceduto questa partenza sono trascorsi salutando e ringraziando le tante persone con cui ho lavorato in questi anni. Prima i tutto i frati miei diretti collaboratori: fra Marco, economo provinciale, e fra Stefano, segretario provinciale, tutto il definitorio provinciale con fra Enzo Ministro. Poi la Fraternità di Sant’Antonio che mi ha ospitato in questi sei anni e poi tanti fedeli laici con cui ho condiviso diverse attività pastorali: il gruppo dei volontari del Centro Ascolto Sant’Antonio per senza dimora, il gruppo di Famiglie Qiqajon, i soci e i consiglieri della Fraternità Cristiana dell’Opera di Padre Marella a Bologna… Sono stati molto importanti anche i giorni passati in ritiro sulle montagne della Valsassina a Concenedo di Barzio, in provincia di Lecco, con don Franco Brovelli nella casa Paolo VI. Con l’aiuto di don Franco – un anziano prete con tanta sapienza spirituale – ho ripercorso i punti salienti della liturgia dell’Ordinazione episcopale e soprattutto ho sostato molto nella “stanza del piano di sopra” (il cenacolo) dove Gesù ha voluto celebrare la Pasqua con i suoi discepoli e condividere con loro sua ultima cena… Ma ormai il tempo si è fatto breve…, ci rivedremo il 22 maggio in Piazza Aranci. Pace fra Mario Vaccari

Share This Post