Calcio: la Pontremolese travolge il Castelnuovo. Bene il Serricciolo, crescono Monti e Filattierese

Prova non esaltante degli azzurri che però concretizzano il poco di buono espresso con tre reti di Occhipinti. La ripresa, comunque, lascia ben sperare. Reazione del Serricciolo che parte in sordina poi rimonta alla grande. I soliti derby mettono qualche ombra sulla Seconda dove spiccano il Monti e la Filattierese che superano Fivizzanese e Atl. Podenzana. Niente di fatto tra Monzone e Mulazzo. Nel prossimo turno tanta carne al fuoco, ma grande attesa per la Pontremolese capolista che scende a Lastra a Signa per fare capire quale è il suo vero valore.

La squadra della Pontremolese 1919
La squadra della Pontremolese 1919

Non aleggiava certo un clima del tutto rassicurante sul comunale di Pontremoli dopo la prova abbastanza deludente di Coppa Italia contro il San Marco Avenza che ci aveva inflitto una bella lezione di determinazione e di voglia di vincere. Certo, le attenuanti c’erano tutte perché Grassi aveva dovuto approntare una formazione d’emergenza, senza praticamente il centrocampo titolare, e quindi il risultato, visto anche il parziale interesse per la Coppa, poteva essere assorbito alla grande. Tutt’altro discorso per l’esordio casalingo di campionato, dove, dopo il successo di Montecatini, le attese erano davvero tante ed un risultato utile avrebbe garantito una partenza di quelle che servono per fare morale. Molti dubbi persistevano perché, anche questa volta, non era stato possibile schierare la formazione tipo e gli equilibri della squadra, ancora in costruzione, potevano risentirne. Al dato di fatto, le attese non sono state smentite perché il Castelnuovo Garfagnana, ospite di turno, ha fatto subito capire di che pasta fosse fatto prendendo in mano le redini del gioco e dettando legge, avendo però di fronte una squadra compatta, pronta a ribattere appena possibile, anche se non troppo convinta di potere sbloccare il risultato. C’è voluta un po’ di fortuna e la qualità indiscussa di Occhipinti che, approfittando di una bella rimessa, toccava furbescamente di nuca e ingannava il portiere ospite sbloccando così una situazione sulla quale fino a quel momento pendevano non pochi dubbi.

I tabellini delle squadre lunigianesi
I tabellini delle squadre lunigianesi

Arrembaggio degli ospiti, ma niente di eccezionale tanto che nel finale di tempo gli azzurri provavano ad affondare e alla prima occasione guadagnavano un rigore che permetteva di chiudere con un vantaggio rassicurante. La certezza quasi acquisita metteva le ali alla Pontremolese che non solo poco dopo il ritorno in campo andava ancora a segno con il solito Occhipinti, che piazzava la sua prima tripletta di stagione, ma toglieva ogni velleità ai garfagnini che provavano ad andare avanti, ma cozzavano con una difesa ormai sicura dei propri mezzi e capace di reimpostare finalmente un gioco razionale dal quale era possibile vedere che, di fatto, la struttura della squadra di Grassi può contare non solo su alcune individualità certificate e di grande esperienza ma anche su un gioco corale che sta lentamente emergendo e che al momento si è visto proprio solo nel secondo tempo di domenica, ma dovrebbe essere il presupposto per una maturazione futura tale da dare qualche speranza per una stagione tutta in sicurezza. Ne avremo conferma già domenica prossima quando la Pontremolese scenderà a Lastra a Signa, una delle favorite di stagione, capace di rifilare ben sei reti al Valdinievole, per un test che dirà quali siano al momento le reali prospettive degli azzurri.

Torna a sorridere il Serricciolo che, dopo la disavventura della prima stagionale, pur con un po’ di fatica, riesce a mettere sotto il Molazzana, dopo avere dovuto inseguire per ben due volte, lasciando quindi per tutta la prima frazione il dubbio che le cose non fossero ancora bene impostate. Invece, i ragazzi di Chelotti, dopo avere subito la freschezza degli ospiti che hanno approfittato dello sbandamento iniziale nei due tempi per andare a rete con una certa sicurezza, in entrambi i casi hanno parato subito il colpo, poi hanno atteso che la verve degli avversari si attenuasse e, in un finale davvero esaltante, hanno affondato il colpo impietosamente, andando a segno per ben tre volte negli ultimi dieci minuti, a dire che quanto vissuto in passato non è stato dimenticato e che gli aullesi hanno solo bisogno di ritrovare serenità e convinzione per offrirci, come speriamo, una stagione importante, come sempre negli ultimi anni prepandemia. Quanto alla Seconda, il problema è il solito perché, probabilmente quasi ogni domenica, a pendere sull’analisi globale del torneo peseranno i derby che, ovviamente hanno un loro preciso significato, ma in termini di numeri restano comunque penalizzanti. Così, anche questa seconda giornata va pesata appunto sugli effetti dei confronti diretti tra le nostre formazioni che, proprio in questa occasione. sono state impegnate in tre scontri diretti che fanno si che il bilancio di giornata da una parte sia importante, dall’altra assolutamente deficitario, ma non poteva essere altrimenti. In luce, quindi, il Monti che fa suo, non senza qualche problema, il confronto con una discreta Fivizzanese che ha provato in tutti i modi a mettere in difficoltà la squadra di Centofanti, scontando però una buona dose di sfortuna di cui i padroni di casa hanno approfittato per andare in vantaggio in apertura di ripresa e chiudere il conto in pieno recupero. Un passo importante per i liccianesi che ora viaggiano in vetta con una bella pattuglia di compagne, la maggior parte delle quali per fortuna è nostrana. Altrettanto bene la Filattierese che si permette di andare a vincere in casa dell’Atl. Podenzana che davvero deve ancora trovare la strada giusta per dare un senso alla sua stagione. I ragazzi di Angeli hanno messo in evidenza una grande incertezza nella costruzione del gioco al punto di non essere in grado di superare i castellani neanche in superiorità numerica, cosa di cui la Filattierese ha approfittato fino a costruire nel finale l’azione che ha portato all’autorete vincente che vale per gli ospiti tre punti davvero inattesi, che significano essere nella pattuglia che tira la fila.

Risultato in bianco invece tra Monzone e Mulazzo che, pur lottando allo spasimo e con un piglio al limite della correttezza, non sono riuscite a superarsi per una divisione della posta che a questo punto può anche essere importante perché permette quel passo avanti, seppure limitato, che fa comunque morale in prospettiva. In generale possiamo concludere che al di là dei risultati parziali, il quadro globale delle nostre formazioni al momento è positivo perché nessuna è ancora al palo e tutte hanno dimostrato, seppure in dimensione diversa, di poter essere competitive. Vedremo, quindi cosa dirà il prossimo turno, tra l’altro inframmezzato, dal turno conclusivo della prima fase di Coppa che potrebbe mettere in qualche difficoltà le formazioni meno preparate, ma che potrebbe chiarire altre cose che finora non si sono viste, dando riscontri che potrebbero davvero pesare sul futuro della stagione. Sul chi vive. in particolare. la Fivizzanese che ospiterà l’Atl. Carrara, cliente da prendere sempre con le molle, ed il Monzone chiamato ad un risultato pieno necessario contro il Fortis Camaiore con cui condivide la zona bassa della classifica, mentre di certo ne vedremo delle belle nel derby tra Mulazzo e Podenzana che, a suo modo, per le due formazioni può diventare la chiave di volta della prima fase della stagione.

Luciano Bertocchi

Risultati, classifiche e prossimi turni dei campionati locali
Risultati, classifiche e prossimi turni dei campionati locali

Share This Post