Il Giro della Lunigiana: sinergia tra sport, cultura e turismo

L’impegno del Gruppo Casano per riuscire a proporre la gara ciclistica il prossimo settembre

Foto d'archivio del Giro di Lunigiana
Foto d’archivio del Giro di Lunigiana

Solo il vaccino sembra darci la speranza di superare l’emergenza COVID 19 entro l’estate, per cui è necessario fare nostro il principio “viviamo responsabilmente il presente ma dobbiamo pensare a programmare il futuro”. Il presente è vivere rispettando le regole per contribuire a sconfiggere la pandemia, è portare assistenza ai più bisognosi e ai più deboli, ma è indispensabile guardare avanti per essere pronti alla ripartenza. Guardare al futuro significa programmare principalmente le attività che danno sostegno e creano socialità per i giovani contribuendo alla loro formazione perché sono il futuro di ogni Nazione, scuola sport e cultura sono i capisaldi delle attività del sociale rivolte ai giovani.

Il Gruppo Sportivo Casano, come ormai è consuetudine dal 1956 con squadre agonistiche nel settore del ciclismo giovanile e dal 1975 con il Giro della Lunigiana è pronto anche in questo 2021 a fare la sua parte e oggi è ancora più convinto del valore sociale del proprio lavoro. Lo ha confermato Vincenzo Spadafora Ministro per le politiche Giovanili e lo Sport affermando che “lo sport oggi più che mai è diventato un valore chiave nella vita delle persone e delle comunità” e recentemente anche Papa Francesco ha pubblicamente esaltato lo sport come alto valore sociale soprattutto perché è rivolto ai giovani. è ripartita nel rispetto delle regole emanate dal Governo e dalla F.C.I. la preparazione all’attività agonistica dei ragazzi, in collaborazione con altre società sono circa 50 i tesserati appartenenti a tutte le categorie giovanili, contemporaneamente sono iniziati i contatti con gli Sponsor istituzionali e privati per l’organizzazione della 45a edizione del Giro della Lunigiana in programma dal 2 al 5 settembre 2021 e per essere pronti per quella data è necessario attivare la complessa macchina organizzativa già da oggi con l’obiettivo di fare sinergia fra Sport, Cultura e Turismo. Quattro giornate di gara che permettono di promuovere come avviene da anni la Lunigiana e i territori limitrofi rappresentati dalle nostre stupende località balneari del litorale della Liguria e della Toscana, dai siti archeologici della piana di Luni e dall’inimitabile scenario delle cave di marmo delle Alpi Apuane.

Il podio del Giro della Lunigiana 2019
Il podio del Giro della Lunigiana 2019

Per promuovere il territorio lunigianese recentemente l’Unione di Comuni della Lunigiana ha presentato il logo “Lunigiana” come unico brand da utilizzare attraverso la filiera turistica locale, ma essendo la Lunigiana terra di incontro fra Liguria e Toscana che la natura ha dotato di grandi ricchezze naturali arricchite dagli inimitabili prodotti enogastronomici locali, quest’anno nella ricorrenza del 700° anniversario della morte di Dante le Comunità della Liguria e della Toscana si sono date l’obiettivo di individuare un sistema turistico interregionale integrato “le vie di Dante fra Liguria e Toscana” che prevede la promozione del territorio attraverso itinerari da poter percorrere con una mobilità non motorizzata implementando l’uso della bicicletta. Da non dimenticare la via Francigena considerato un itinerario di interesse europeo dal Consiglio d’Europa. A Sarzana si svolge il Festival della mente il primo festival Europeo dedicato alla creatività e alla nascita delle idee dove relatori italiani e internazionali propongono incontri, letture, spettacoli e momenti di approfondimento culturale che si rivolge ad un pubblico intergenerazionale con una importante sezione dedicata ai giovani. Contemporaneamente al Festival della mente si svolge Il Giro della Lunigiana l’importante evento sportivo a livello internazionale per il ciclismo giovanile, tanto che è chiamato il Tour de France del ciclismo giovanile, una manifestazione che porta per quattro giorni nel nostro territorio migliaia di persone provenienti da tutte le Regioni Italiane, dalle Nazioni Europee e da oltre Oceano. Per i Dirigenti della Società organizzatrice Casano il Giro della Lunigiana è da considerarsi “la giusta manifestazione per una completa importante sinergia fra Turismo, Cultura e Sport che con l’attività sportiva avvicina i giovani alla cultura e valorizza turisticamente il territorio e i suoi prodotti coinvolgendo settori diversificati nel pieno rispetto della sostenibilità ambientale, per cui ci muoveremo in questo senso con la convinzione di poter raggiungere l’obiettivo”.

Condividi