AlterEco e Sigeric coordineranno il turismo di comunità

Con un finanziamento complessivo che si aggira attorno ai 170 mila euro. La Lunigiana protagonista del bando della Regione per la rete delle Cooperative di Comunità, con 2 progetti finanziati  su dieci

monte dei bianchi 006

In Toscana, anche grazie al sostegno della Regione, le cooperative di comunità sono una realtà significativa e in pieno sviluppo: quasi 40, tra quelle costituite con i bandi regionali del 2018 e 2019 e le realtà esistenti da tempo. La Lunigiana si è distinta nella regione come il territorio che esprime il maggior numero di cooperative di comunità finanziate con 10 esperienze (5 nel bando del 2018 e 5 nel 2019). A fine legislatura è stato emesso un ulteriore bando, a valere sui fondi europei Fesr 2014-2020, questa volta per sostenere lo sviluppo di una rete di servizi a favore delle cooperative di comunità esistenti. Il risultato, reso noto dal nuovo l’Assessore all’economia e al turismo della Toscana Leonardo Marras, ha visto 10 progetti finanziati per un budget totale di 800.000 euro. Tra questi ben due progetti sono di cooperative di comunità della Lunigiana: AlterEco di Equi Terme e Sigeric di Filattiera, per un totale di circa 170.000 euro.

MAT_8832

Entrambi i progetti hanno il comune denominatore delle sviluppo di una rete di turismo di comunità in Toscana: Sigeric, con il progetto ‘Turis.coop’ assisterà le cooperative di comunità toscane nella creazione di servizi turistici professionali, mentre AlterEco costruirà i pacchetti turistici, per promuoverli e commercializzarli attraverso il suo Tour Operator online. Caratteristiche di tutti i progetti sarà il processo partecipativo che coinvolgerà le cooperative toscane in un lavoro di co-progettazione, per creare proposte turistiche originali e identitarie i cui protagonisti saranno gli stessi attori delle comunità. “Sarà un’esperienza di rete e di economia collaborativa intensa ma stimolante – commenta Matteo Tollini, Presidente della Cooperativa AlterEco – una sfida che raccogliamo volentieri da affrontare insieme alla bella e variegata realtà delle cooperative di comunità toscane. Sarà una proficua collaborazione anche con i colleghi di Sigeric, con i quali stiamo già lavorando, insieme ad AOTL, alla promozione dell’Ambito Turistico Lunigiana”. “è certamente un modello a livello nazionale il percorso delle Cooperative di Comunità coordinato da Regione Toscana e la loro messa in rete – afferma Pierangelo Caponi, Presidente della Cooperative Sigeric – bello pensare che in questo la Lunigiana con le sue cooperative di comunità, già coinvolte in interessanti progetti di rete con Ambito Turistico e Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano e Riserva della Biosfera, sarà il motore delle sviluppo turistico per tutte le realtà regionali”.

Condividi