Il contributo dal Serra International Italia alle Case di Cura di Brescia e Cremona

15mila euro per far fronte all’emergenza sanitaria da Covid-19

25Enrico_Mori_SerraIl Presidente Nazionale del Serra International Italia Enrico Mori ha comunicato sul sito istituzionale dell’associazione che, come già avvenuto in passato per i terremoti dell’Aquila e nelle Marche, il Serra International Italia ha devoluto un contributo alle Case di Cura “Istituto Figlie di San Camillo” di Brescia e Cremona, due delle città della Lombardia tra le più duramente colpite dall’epidemia. Il contributo è stato di 15.000 euro, diviso fra le due strutture, per fare fronte all’emergenza sanitaria del Covid-19.
Il Consulente Episcopale del Serra International Italia, mons. Patron Wong, in una lettera inviata al presidente Enrico Mori, ha approvato l’iniziativa e ha spronato i membri del sodalizio a proseguire nella loro missione poiché, oltre ad essere un movimento a favore delle vocazioni, è soprattutto un gruppo coeso che nei momenti d’emergenza esprime la solidarietà e la vicinanza a chi è nel bisogno.
Chi volesse aderire con una donazione può effettuare un versamento sul c/c bancario intestato a Serra International Italia presso la Banca Popolare di Puglia Basilicata (codice Iban: IT61 M053 8541 3300 0000 8720 133; causale Covid-19).
Le suore “Figlie di San Camillo” arrivarono a Brescia nel 1904 iniziando l’attività di assistenza domiciliare agli ammalati. Nel 1937 fu aperta la prima Casa di Cura “San Camillo” e le religiose si dedicarono alla cura dei malati ricoverati nel nosocomio. La Casa di Cura fu, in seguito, trasferita nella sede attuale e la precedente residenza fu trasformata in Casa di riposo per signore anziane.