Il Vescovo Giovanni: affidiamo a Maria chi soffre e chi cura le sofferenze

Una nuova supplica alla Madonna del Popolo scritta dal vescovo Giovanni

Il Vescovo diocesano, mons. Giovanni Santucci
Il Vescovo diocesano, mons. Giovanni Santucci

Il Vescovo Giovanni e i parroci della diocesi, nell’impossibilità di celebrare con la partecipazione dei fedeli, in modi diversi, offrono il sostegno spirituale così necessario in questa dura prova. Il vescovo ha scritto una supplica – riportata qui a destra – che giovedì 19 marzo, al termine della S. Messa celebrata da padre Dario Ravera e don Andrea Forni e trasmessa tramite fb, hanno rivolto alla Madonna del Popolo nel Duomo di Pontremoli per invocare aiuto, conforto, speranza ad ogni persona a cui il dolore del cuore logora la forza.
Salute degli infermi, madre di misericordia la invochiamo nelle Litanie, è questa la preghiera in cui, anche in questo momento, possiamo trovare rifugio e consolazione, uniti in affettuosa fraternità con i malati che soffrono senza poter avere accanto i propri cari, con sentimenti di pietà per i defunti che non possono avere riti funebri. Una gratitudine speciale va ai medici, agli infermieri, a tutti i sanitari e volontari che curano con misericordia e con eroica fatica i pazienti.
Nella meditazione che ogni mattina pubblica su Whatsapp, don Pietro Pratolongo ha ricordato che nella Bibbia il libro sapienziale Siracide al cap. 38 dà onore al medico: “Dio ha dato agli uomini la scienza perché potessero gloriarsi delle sue meraviglie. Con esse il medico cura ed elimina il dolore e il farmacista prepara le miscele… Figlio, non avvilirti nella malattia, ma prega il Signore ed egli ti guarirà. Purificati, lavati le mani”.
Il medico ci sta vicino perché ne abbiamo bisogno. “Ci sono casi in cui il successo è nelle sue mani, anch’egli prega il Signore perché lo guidi felicemente ad alleviare la malattia e a risanarla”.

13Madonna_del_PopoloA te o Maria, Madonna del Popolo
Rivolgiamo oggi la nostra preghiera.
Ancora una volta ti chiediamo la liberazione
dal male che insidioso si diffonde tra noi
e minaccia la nostra vita.
La tua presenza tra noi ha sempre guidato i nostri pensieri.
Gesù che ci mostri come guida, maestro e Signore
è da noi amato e ascoltato.
Ti invochiamo come Madre,
Madre di Gesù e Madre nostra,
abbiamo bisogno del tuo aiuto
per tornare a guardare la vita
con serenità e fiducia.
Sii tu patrona delle nostre famiglie,
guida la mente, il cuore di coloro che si prendono cura di noi,
rendi saggi e prudenti quelli che ci governano.
Sappiamo che la vita è dono di Dio
e che non ci appartiene,
ugualmente siamo impegnati
a vincere il male,
a trasformare il mondo e renderlo bello,
vivendo nella gioia e nella pace.
Sostieni, o Madre, la nostra debolezza,
rendi a tutti noi la speranza di un futuro sereno e condiviso.
Sii ancora una volta la Madre che si prende cura dei suoi figli.
Madonna del Popolo, prega per noi.

† Vescovo Giovanni

Condividi