A Podenzana si è tenuta l’esercitazione delle Unità Cinofile

Il gruppo di Unità Cinofile che ha svolto l'esercitazione a Podenzana
Il gruppo di Unità Cinofile che ha svolto l’esercitazione a Podenzana

Si è svolta a Podenzana, in località Barco, lo scorso 4 gennaio, una esercitazione delle Unità Cinofile della Protezione Civile UCS Alpi Apuane. I volontari della Provincia con i propri cani si sono dati appuntamento con i colleghi provenienti da più parti d’Italia (Piacenza, Certaldo, Valentano e Livorno) alle prime luci del mattino per iniziare l’esercitazione di addestramento. Nel pomeriggio un importante momento di confronto e di analisi sull’attività dell’associazione. Diverse simulazioni di ricerca di dispersi sono avvenute nei boschi al confine tra Toscana e Liguria, con l’utilizzo di tecniche e tecnologie ma soprattutto sistemi di addestramento dei cani in grado di valorizzarne le straordinarie virtù olfattive, che guidate ed organizzate dai volontari consento di mettere a punto efficaci strategie di ricerca. Una attività che richiede disponibilità ed impegno, necessitando di esercitazioni ripetute settimanalmente nei campi di addestramento e prevalentemente sulle Alpi Apuane. “Un modello associativo straordinario, da prendere da esempio per la enorme passione, profonda conoscenza, preparazione, professionalità, sacrificio e disponibilità” ha dichiarato il sindaco di Podenzana Marco Pinelli. L’Unità Cinofila di Protezione Civile è stata rappresentata simbolicamente, dal presidente Mario Roni, in un cane a sei zampe, dove l’intelligenza e la vista dell’uomo unite al fiuto ed all’olfatto del cane sono messe al servizio della comunità nella ricerca di dispersi.

Condividi