Calcio: continua la corsa dell’Atl. Podenzana, Pontremolese e Serricciolo non decollano

Gli azzurri offrono una bella prova contro una squadra difficile, ma riescono solo a rimontare e la classifica langue. Nuovo passo falso in trasferta del Serricciolo che torna ad inseguire le prime. L’Atl. Podenzana in grande spolvero rafforza il suo primato, mentre il Monzone rallenta la corsa nonostante una prova gagliarda. Bene la Filattierese, mentre la Fivizzanese piange sull’occasione perduta. Ancora in panne il Monti. Terza sempre agitata con grande movimenti nella zona calda dove si fa sempre più vivo il Mulazzo.

La Filattierese vince contro il Barbarasco e con il secondo successo consecutivo riesce ad uscire dalle zone basse della classifica
La Filattierese vince contro il Barbarasco e con il secondo successo consecutivo riesce ad uscire dalle zone basse della classifica

Cambiano i tempi ma la musica non cambia per la Pontremolese che, per l’ennesima volta, si ritrova a soffrire in casa, riuscendo comunque a rimediare una situazione in apparenza compromessa, ma senza essere in grado di piazzare l’acuto che avrebbe permesso di guardare avanti con ben altro spirito. In sostanza, la prova offerta dagli azzurri, soprattutto nella ripresa, è stata incoraggiante, prima di tutto perché ha evidenziato una notevole capacità di reazione della squadra dopo essere andata in svantaggio su calcio di rigore; quindi, per avere ritrovato il suo bomber, Occhipinti, per altro bistrattato a lungo dalla difesa avversaria sotto gli occhi del tutto indifferenti del direttore di gara. In proposito, suggeriamo a Bracaloni di insegnare ai suoi attaccanti ad urlare appena sfiorati, visto che per le altre squadre funziona a meraviglia, come segnalato in passato, nella più totale coerente indifferenza anche di chi, con mandato superiore, dovrebbe sorvegliare sul regolare andamento delle partite di calcio. Ma non sono certo questi i problemi della Pontremolese, semmai queste sarebbero quelle astuzie che alla lunga offendono il calcio e che fortunatamente ci sono del tutto estranee e auspichiamo lo rimangano. A preoccupare è il fatto che la squadra, per quasi un’ora in superiorità numerica, non sia riuscita ad andare oltre il semplice pari, a denunciare una carenza offensiva che alla lunga potrebbe rivelarsi l’arma nefasta dell’intero campionato e portare a conseguenze per il momento quasi accantonate, ma in prospettiva del tutto possibili visto che la classifica non è certo delle più consolanti. Tanto più che già domenica prossima incombe, in trasferta, il delicato derby con il San Marco Avenza che esce dalla cocente delusione di avere subito una sconfitta deleteria ad opera del Perignano che ha allungato a dismisura le distanze dalla vetta. Facile intuire che i carraresi scenderanno in campo con il dente avvelenato e chiederanno spazio per riaprire la loro corsa verso la zona che conta, mentre per gli azzurri sarà imperativo categorico lottare per strappare almeno un punto per avvicinare il più possibile, prima del giro di boa, la soglia fatidica dei venti punti che si fanno garanzia importante per pensare alla fase discendente del torneo, quella in cui si spera che, con i dovuti correttivi assolutamente necessari, sarà possibile guadagnare la agognata salvezza, magari prima del previsto. Non solo una speranza, ovviamente, ma qualcosa di possibile perché la prova di Castelfiorentino dice che i margini per ottenere qualcosa ci sono tutti, proprio per la natura del confronto che, per le nostre caratteristiche, dovrebbe almeno favorirci.

I tabellini delle squadre
I tabellini delle squadre

Situazione altrettanto preoccupante in casa del Serricciolo che, dopo il pronto riscatto di domenica scorsa, ha dovuto capitolare di fronte alla maggiore determinazione di un’avversaria diretta per le piazze più importanti, quel Meridien Larciano che, grazie alla vittoria in rimonta, è riuscito a realizzare il temuto sorpasso ed ora occupa la terza piazza relegando gli aullesi in quarta posizione. Il tutto in un confronto che, da principio, sembrava potersi orientare in maniera ben diversa visto che gli ospiti si erano portati immediatamente in vantaggio, per subire nel breve la rimonta e cedere nella ripresa senza però riuscire a recuperare. Consola il fatto che, in realtà, la classifica è cambiata ben poco perché le quattro reginette del momento sono racchiuse in due sole lunghezze, ma per il Serricciolo la prova verità incombe fin da subito perché domenica prossima ospiterà la capolista Capezzano e solo un verdetto del tutto positivo potrà confermare se le intenzioni bellicose sono un fatto concreto, oppure solo una splendida illusione. Le notizie più incoraggianti continuano a venire dalla Seconda che mantiene la parte frontale del palcoscenico nostrale, senza deflettere, anche se, come naturale non tutto va come sarebbe nelle speranze. Intanto, merita la copertina l’Atl. Podenzana che ha confermato alla grande il momento di grazia andando a vincere in scioltezza sul campo del Fortis Camaiore, una formazione non trascendentale, ma da prendere comunque con le molle. La partita, infatti, non è stata delle più semplici perché i padroni di casa hanno provato in tutti i modi ad insidiare la porta degli ospiti, trovando però la dovuta opposizione, per subire però le ripartenze del Podenzana che, con un gol per tempo, ha risolto l’orpello riuscendo a portare a casa quanto era nelle prospettive. Operazione rafforzata dagli esiti dello scontro diretto tra Lido di Camaiore e Romagnano, ovvero le dirette contendenti al primato, che non sono andate oltre un combattuto pareggio permettendo così ai malaspiniani di allungare ulteriormente. Delle altre, solo rimpianti per il Monzone che dopo un confronto dominato in tutti i sensi non è riuscito a superare lo Sporting Forte dei Marmi che ha così confermato tutto il suo valore. Senza storia il derby di giornata tra Barbarasco e Filattierese con i castellani che non hanno trovato la minima resistenza da parte dei padroni di casa fino a dilagare oltre il necessario, per conquistare tre punti che però valgono un concreto passo avanti in classifica che potrebbe essere il presupposto per l’attesa rinascita. In chiave di recriminazioni non è dammeno la Fivizzanese che si è illusa fino all’ultimo momento di potere fare bottino pieno in casa dell’Attuoni Avenza, per vedersi raggiungere in pieno recupero e vanificare quindi un’impresa che poteva risolvere tanti problemi. Nulla da dire, invece, sulle sorti del Monti che non riesce a cambiare il suo atteggiamento ondivago e soccombe nella ripresa contro uno Sporting Viareggio più organizzato e voglioso di emergere. A proposito di novità di giornata, le cose più interessanti vengono dalla Terza categoria, dove balza agli occhi il fatto che non è ancora possibile individuare una vera regina e tutto è sempre pronto ad essere riscritto. Lo scoop di giornata viene dal fatto che il Montagna Seravezzina soccombe di fronte al modesto Azzurra e lascia spazio alle inseguitrici per recuperare posizioni. Di fatto, ne approfittano tutte le migliori, dallo Spartak Apuane che va a vincere in casa della Villafranchese, al Mulazzo che fa suo il confronto esterno con il San Vitale Candia, al Vallizeri che strapazza malamente la Palleronese, al Cerreto che soffre ma supera di misura il modesto Versilia. Così, tutte le carte vengono rimescolate e l’attuale situazione di classifica non rende possibile una lettura adeguata per lo scarto dei riposi, lasciando intravvedere un numero incredibile di possibilità di movimento, a dire che non è ancora possibile individuare chi possa davvero fare la differenza, anche se, per parte nostra, andiamo a sperare che le velleità espresse da Mulazzo e Vallizeri possano portarci qualche soddisfazione.

Luciano  Bertocchi

Risultati, classifiche e prossimi turni dei campionati locali
Risultati, classifiche e prossimi turni dei campionati locali

Condividi