Azione Cattolica dei Ragazzi in festa

Celebrato al Centro Giovanile di Massa il 50° compleanno del settore associativo di AC

46ACR2È stato celebrato sabato scorso 30 novembre, nel Centro Giovanile di Massa, il 50esimo compleanno dell’ACR, settore associativo di Azione Cattolica Italiana che si relaziona con ragazzi dai 3 ai 14 anni e li pone al centro del cammino di fede, rendendoli assoluti “protagonisti”.
Per quest’occasione così importante bambini, giovani e adulti si sono riuniti dal pomeriggio fino a tarda serata, non solo giocando e facendo attività, ma anche ascoltando testimonianze e racconti sulla storia dell’Associazione.
Almo Puntoni, chiamato ad intervenire durante i festeggiamenti portando la propria esperienza, ha voluto spiegare ai tanti presenti che l’ACR è nata con il desiderio di essere: “non un’Azione Cattolica dei grandi fatta dagli adulti per i ragazzi, ma un’Azione Cattolica fatta dai ragazzi”. Ecco perché, ha chiarito Almo, “ACR non vuol dire Azione Cattolica Ragazzi bensì Azione Cattolica dei Ragazzi”.
Durante il suo intervento Puntoni ha inoltre ricordato che a dare grande impulso alla nascita di ACR nel 1969 furono Papa Paolo VI e Vittorio Bachelet, presidente di Azione Cattolica Italiana dal 1964 al 1973, ed ha chiosato in proposito: “l’ACR è nata da due persone che sapevano bene cos’era la vita e sapevano bene cosa poteva fare l’Azione Cattolica perché la vita fosse bella”. Certo, ha precisato Puntoni, non era un periodo semplice: “Gli anni ‘60-’70 furono anni di grandi cambiamenti, non solo per la Chiesa tutta a seguito del Concilio Vaticano II, ma anche per l’ Azione Cattolica della nostra Diocesi, che viveva un momento di frammentarietà e scombussolamento”.
Quella situazione di difficoltà, ha precisato Puntoni, divenne però un fondamentale punto di partenza che portò alla realizzazione di grandi progetti ad opera di molti laici di buona volontà, i quali erano “ancora consapevoli di quanto l’AC potesse essere ancora importante per se stessi e per la Chiesa”.
Tra loro Almo ha voluto rivolgere un particolare ringraziamento ad Angelo Della Bianchina, ex presidente e socio ancora oggi impegnato all’interno di AC, che era presente sabato a festeggiare questo traguardo così importante per tutta l’associazione.

Condividi