Presentato ad Aulla il nuovo volume di Cronaca e Storia di Val di Magra

Edito dal Centro Aullese di Ricerche e Studi Lunigianesi. Contiene dieci saggi inediti su vicende della Lunigiana attraverso i secoli

24AullaAd Aulla, di fronte ad un numeroso pubblico il presidente del Centro Aullese di Ricerche e Studi Lunigianesi, professor Giuliano Adorni, ha presentato l’attività svolta dall’associazione nel corso del 2018 ed il nuovo numero di Cronaca e Storia di Val di Magra dedicato ad Anna Magnavacca ed Ercole Mattei, contenente dieci saggi illustrati nel dettaglio da Riccardo Boggi.
Alla manifestazione ha portato il saluto il sindaco di Aulla, presenti anche i sindaci di Mulazzo Claudio Novoa e di Podenzana Marco Pinelli e il presidente della “Manfredo Giuliani” Germano Cavalli.
Inedite vicende della Lunigiana attraverso i secoli, dal medioevo alle vicende dell’ultima guerra, attraverso la scoperta di documenti inediti e storie di vita di qualche decennio fa: è questo il racconto che si snoda nelle 239 pagine dell’ultimo numero della rivista “Cronaca e Storia”.
Giuliano Adorni e don Francesco Sordi hanno preso in esame le testimonianze lasciate dai parroci di Tresana, Barbarasco, Licciana e Pallerone: pagine che testimoniano fatti drammatici che hanno interessato le nostre popolazioni.
Nel suo intervento Matteo Maggiani insegue – e riscopre – attraverso i documenti, l’antico oratorio di san Lorenzo di Pallerone oggi inglobato in un edificio rurale, mentre Marco Angella pubblica inediti disegni della Pontremoli “sotterranea” settecentesca, opera di un prestigioso architetto.
Con un intervento saggiamente polemico sui percorsi storici che in Lunigiana fioriscono al di là di ogni fondamento storico, Luciano Bertocchi individua il tracciato settecentesco della vera via Romana che conduceva dal mare ad Aulla.
Del “viaggio” dei Corpi Santi da Roma verso i paesi di Lunigiana si occupa Paolo Lapi in un articolo che ben chiarisce l’origine e l’autenticità delle Reliquie ed è supportato da una ponderosa documentazione. Di Ciabattini, un aullese dimenticato, grande giallista, parla nel suo articolo che esce postumo, Ercole Mattei.
Luigi Leonardi dedica un cammeo al Volto sommerso del passato, un delizioso affresco sulla Bagnone degli anni’50, attraverso il vissuto di Sergio Ballestracci. Su quel che ancora non si sa delle ritrovate reliquie di san Caprasio parla lo storico Roberto Ricci, mentre Dorina Pietrini e Maria Luigia Zanardi Mazzali percorrono con un agile ma puntuale articolo gli oltre cent’anni della Croce Bianca.

Condividi