Riaperto l’Archivio di Stato di Pontremoli

La sezione pontremolese dell'Archivio di Stato di Massa all'interno del convento della Santissima Annunziata
La sezione pontremolese dell’Archivio di Stato di Massa all’interno del convento della Santissima Annunziata

è riaperto dal 6 giugno l’Archivio di Stato di Pontremoli. Una notizia che certo farà gioire tutti gli studiosi del territorio che possono così tornare a consultare i preziosi volumi conservati nell’archivio che si trova alla Santissima Annunziata. La decisione è stata assunta dal neo direttore dell’archivio di Stato di Massa (di cui Pontremoli è una importante sezione) Massimo Sanacore revocando la decisione assunta dal suo predecessore che in molti hanno giudicato eccessiva. Il tutto era successo lo scorso novembre (il 15 per la precisione) in seguito a dei rilievi sulla sicurezza antincendio inviati il 6 novembre dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco. Una situazione non dissimile a quella di tante realtà e forse l’allora direttore ha peccato di eccesso di zelo. Per fortuna ora si è scelto quindi di far riaprire la struttura, anche grazie all’interessamento dell’amministrazione di Pontremoli e della disponibilità dell’Archivio di Stato, anche potendo contare su di un’importante risorsa economica (circa 300 mila euro) proprio per avviare i lavori di adeguamento alla prevenzione antincendio.

Condividi