Successo per la terza edizione di “Agorà – La salute in piazza”

A Casola la manifestazione che ha visto effettuare una 60ina di esami medici

Un momento de “Agorà – La salute in piazza” svoltosi a Casola
Un momento de “Agorà – La salute in piazza” svoltosi a Casola

Tanta gente per strada sabato scorso a Casola in occasione della terza edizione di “Agorà – La salute in piazza”, manifestazione organizzata dall’ASL Toscana Nord Ovest, dalla Società della Salute della Lunigiana e dall’Amministrazione comunale di Casola, in collaborazione con la locale sezione dell’AVIS e la Pubblica Assistenza “Croce Bianca” di località Codiponte, per mostrare alla cittadinanza i servizi che la SdS Lunigiana eroga da oltre 15 anni a beneficio delle fasce più deboli della popolazione. Durante la manifestazione, che si è aperta alle ore 13,30 per concludersi alle ore 18,30, è stato allestito l’ormai tradizionale “Villaggio della Salute”, dove è stato possibile conoscere i servizi erogati dalla SdS Lunigiana, dalla psichiatria alle tossicodipendenze, ovviamente senza dimenticare disabilità e anziani. Inoltre, la cittadinanza ha potuto usufruire gratuitamente di esami e visite, ad esempio controllo della pressione, della saturazione, della frequenza cardiaca e della glicemia: una cinquantina gli stick glicemici utilizzati, mentre sono stati una sessantina gli esami fatti inerenti la pressione, la saturazione e la frequenza cardiaca.

Un momento de “Agorà – La salute in piazza” svoltosi a Casola con la tavola rotonda organizzata dalla Società della Salute
Un momento de “Agorà – La salute in piazza” svoltosi a Casola con la tavola rotonda organizzata dalla Società della Salute

Uno spazio privilegiato è stato riservato alle associazioni e ai bambini, con animazioni riservate ai più piccoli. C’è stato anche modo di discutere di salute, e della correlazione fra questa e gli stili di vita che ciascuno di noi adotta, dall’alimentazione all’attività fisica, grazie ad un incontro – dibattito ad hoc, a cui hanno portato i loro saluti Riccardo Ballerini (sindaco di Casola) e Riccardo Varese (presidente della SdS Lunigiana); poi i temi oggetto del dibattito sono stati illustrati dal dottor Fabio Baroni (“La tradizione culinaria lunigianese”), dalla dottoressa Sabrina Duranti (“La prevenzione a tavola: piccoli consigli per una sana alimentazione”), dal dottor Pietro Teneggi (“Muoversi fa bene…l’Attività Fisica Adattata”) e dall’infermiere Luca Cimoli (“Il paziente consapevole, l’autogestione delle malattie croniche: il modello IDEA”). A moderare l’incontro è stata il direttore della SdS Lunigiana, Rosanna Vallelonga.

Condividi