Calcio: la Pontremolese torna a vincere, il Serricciolo perde l’occasione per tornare in vetta

Gli azzurri superano in scioltezza l’impegno Villa Basilica, ma la Lampo, impegnata in trasferta, regge il passo. Il Serricciolo non batte l’Orentano e non approfitta del passo falso del River Pieve per riagganciarlo in vista dello scontro diretto di domenica prossima. Seconda più che mai tribolata per il Corsanico che recupera sulle inseguitrici e riporta fuori play off l’Atl. Podenzana, mentre in coda succede il finimondo. Terza senza sussulti con la Palleronese che prova inutilmente a frenare la cosa della capolista, già promossa a quattro turni dalla fine.

Una formazione del Filvilla. La squadra ha fatto suo il derby di giornata con la vittoria  contro il Monzone.
Una formazione del Filvilla. La squadra ha fatto suo il derby di giornata con la vittoria
contro il Mulazzo.

Non poteva certo essere questo il turno delle grandi sorprese perché ormai l’occhio dei più è rivolto solo a quanto andrà ad accadere negli scontri diretti ormai prossimi che decideranno le sorti di Promozione e Prima, eppure anche stavolta è successo quel tanto che ha creato la sorpresa e che poteva rimettere le carte in gioco. Non è stato, però, un problema della Pontremolese che ha fatto tutto il suo superando agevolmente, almeno in apparenza, un Villa Basilica decoroso, alla ricerca dei pochi punti che servono per garantirsi la salvezza anticipata, ma che non poteva pretendere di venire a guadagnare in casa della capolista. Così, le cose sono andate secondo copione, con una prima frazione di studio nella quale, però, era evidente l’obiettivo dei padroni di casa che sembravano vagliare le soluzioni opportune per risolvere l’orpello e penetrare una difesa ospite ben schierata, ma tale da non costituire un ostacolo insormontabile nel momento in cui l’assalto fosse stato più convinto. Così, in apertura di ripresa le cose sono cambiate e il primo affondo convinto portava alla costruzione dell’occasione più ghiotta, un penalty che il nostro fromboliere Occhipinti metteva a segno senza affanno. Certo, la questione sembrava risolta, anche perché gli ospiti non accennavano ad una reazione convinta, ma, come hanno insegnato esperienze recenti, meglio chiudere il conto che rischiare nel solito finale in affanno. Infatti, un quarto d’ora dopo, in seguito ad una delle tante azione manovrate che stanno caratterizzando in positivo il gioco della banda di Ruvo, gli azzurri piazzavano l’acuto risolutivo e chiudevano il confronto portandosi con la testa alle vicende a venire. è quanto ci attende, infatti, a tenere più che desta l’attenzione, perché domenica prossima incombe la non facile trasferta di Tobbiano contro un Maliseti che, sebbene possa ambire solo di lottare per una posizione di prestigio, visto che i play off si fanno sempre più lontani, non vorrà certo perdersi l’occasione di fare bella figura davanti ai propri sostenitori segnando il passo della capolista, mentre la Lampo ospiterà un Atl. Calenzano con ben poche motivazioni in quanto ha solo il dovere di tenere a distanza la penultima per rifuggire dal rischio della lotteria play out che, come in vetta, diventa sempre più improbabile almeno per esteso. Non trascurando che questo sarà il presupposto fondamentale dello scontro tra le due regine che se la vedranno al Comunale di Pontremoli tra due giornate e dove gli ipotetici distacchi potrebbero fare la differenza.

Tabellini delle nostre squadre dei campionati locali
Tabellini delle nostre squadre dei campionati locali

Problema che è del tutto aperto, invece per il Serricciolo che non è stato capace di superare il modesto Orentano che, anzi, lo ha costretto ad inseguire, riuscendo persino a reggere l’assalto finale nonostante l’inferiorità numerica. Un brutto segnale, dal doppio significato, il primo è che gli aullesi si sono persi l’occasione per riagguantare le capolista, viste le sue parallele difficoltà a superare sempre in casa l’altrettanto non eccelso Atletico Forte; il secondo che la squadra di Bertacchini sta soffrendo un po’ troppo nel momento caldo del torneo e questo preoccupa più del necessario. Sapete, ormai, infatti, che proprio domenica prossima le due regine saranno di fronte l’una all’altra in quel di Castelnuovo Garfagnana ed il risultato che ne uscirà potrebbe essere risolutore per scrivere il finale della vicenda in atto, oppure permettere di tenere aperto il libro per sapere cosa ci riserveranno le poche puntate a venire, che è poi quello che per parte nostra andiamo a sperare. Insomma, se le cose fossero andate a dovere, probabilmente ora staremmo scrivendo qualcosa di altro, anche se ci pare evidente che le due contendenti stiano soffrendo il prologo di quanto le attende e le esibizioni di domenica scorso ne sono state la prova più lampante. Per il resto, inutile nasconderci che c’è ben poco da aggiungere a quanto raccontato fino ad oggi, anzi, valutato quello che è successo nell’ultimo turno, le cose si sono rifatte abbastanza preoccupanti. In Seconda, infatti, oltre al solito panorama carico di incertezze nella zona a rischio, come vedremo, ritorna in discussione la posizione dell’Atl. Podenzana che, fermato sul pari da un Lido di Camaiore irritato per il passo falso di Filattiera, ha cercato di non peggiorare la sua situazione accontentandosi del risultato in bianco, cosa che non serve a nessuna delle due perché adesso sono fuori dai giochi possibili, in quanto il Corsanico, assorbita la batosta subita in casa della capolista, pur soffrendo, è tornato a vincere, rimettendo così le cose al loro posto. A seguire, il solito minestrone con il FilVilla che fa suo il derby con il Mulazzo tornado ad inguaiarlo, in quanto troppo prossimo alla zona rossa, e il Monzone che batte in casa sua il sempre più incomprensibile Monti ormai davvero senza speranza e sempre più coinvolto nella battaglia per salvare le penne. In affanno anche la Filattierese che esce sconfitta dalla trasferta di Carrara e torna decisamente a soffrire. Meno male che ci ha pensato la Fivizzanese e risollevare un poco gli animi superando lo Stella Rossa ed invischiandolo finalmente in modo evidente nella zona retrocessione dove, però, sta emergendo in maniera davvero eclatante quel Ricortola che non perde, anzi vince alla grande da almeno sei turni ed ora punta con grande determinazione a portarsi in zona salvezza, cosa che avverrebbe a scapito di una delle nostre e, quindi, da rintuzzare nel breve visto che al momento saremmo coinvolti solo con una squadra, che è la situazione miglior possibile. Insomma un finale davvero preoccupante perché la prospettiva di non raccogliere niente è riemersa e soprattutto si fa avanti la possibilità di una scoppola davvero penalizzante. Tanto più che dalla Terza non possiamo proprio sperare troppo di buono perché le nostre attese restano abbarbicate alla verve del solo Barbarasco che sta facendo tutto il suo dovere per restare in zona playoff, ma ha ben chiaro di fronte che basta un semplice passo falso per restare a bocca asciutta, visti i ritmi con cui sta viaggiando il San Vitale che possono mettere in discussione la prospettiva di disputare i playoff. Per il resto, solo cronaca, neppure troppo banale perché sia Fosdinovo che ValliZeri muovono la classifica, cosa di poca soddisfazione ma tale da fare notizia. Di maggiore interesse l’impegno profuso dalla Palleronese per contrastare la corsa trionfale della capolista che ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per superare gli aullesi e mettere al sicuro una promozione ormai certificata, anche se mancano ancora quattro turni alla fine. Cosa questa che conferma tutte le nostre perplessità dell’avvio, quelle legate alla partecipazione anomala delle squadre versiliesi che rendono vani tutti gli sforzi della squadre massesi costrette a fare quasi un torneo a sé, con ben poco senso perché non garantisce qualcosa di concreto.

Luciano Bertocchi 

Risultati, classifiche e prossimi turni dei campionati locali
Risultati, classifiche e prossimi turni dei campionati locali

Condividi