Maltempo: tanta paura ma pochi danni reali

Frane sulle Provinciali di Zeri e a Succisa con chiusura del traffico

Le idrovore in azione ad Aulla
Le idrovore in azione ad Aull

Due giorni di forti piogge, tra venerdì 1 e sabato 2 febbraio, su tutto il territorio lunigianese che hanno creato qualche disagio ed ansia anche se, alla fine, fortunatamente i danni sono stati limitati. Infatti i grandi osservati speciali, fiumi e torrenti, si sono ingrossati senza però tracimare. I dati sul livello delle acque mostrano impennate, nella notte tra venerdì e sabato, che hanno portato l’Aulella ad avere 4,79 metri a Calamazza e 4,34 metri a Soliera, mentre gli innalzamenti registrati negli altri comprensori si fermano a due metri. Ad Aulla per contenere questo rialzo preoccupante il Consorzio di Bonifica ha attivato le idrovore. Il terreno appesantito dalle piogge ha ceduto su alcune strade provinciali: a Zeri pesantemente colpita la Provinciale 37 così come la strada che da Pontremoli, anch’essa di competenza provinciale, conduce a Succisa. In entrambi i casi le strade sono state chiuse al traffico. Il pronto intervento degli operai della Provincia ha permesso la riapertura delle strade.

“Abbiamo lavorato ore in stretto contatto con il Genio civile e con i comuni – sottolinea il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi – per garantire il nostro puntuale contributo per tutti gli interventi che si rendono necessari”. In particolare il consorzio ha lavorato alla idrovora di Aulla e controllato a vista la situazione dei livelli tra il fiume Magra e la città: “L’idrovora consente di drenare l’abitato di Aulla quando il fiume si ingrossa fino a superare l’altezza dell’area urbana. Non è stato necessario intervenire per taglio piante o rimozione di materiale negli alvei. Gli operai, tutti operativi, hanno atteso richieste di intervento da parte dell’Unione di Comuni”.

Condividi