Calcio: una Pontremolese concreta piazza il quinto acuto in trasferta

Prova di grande carattere degli azzurri a Villa Basilica dove, sotto di un gol, ribaltano la situazione e proseguono la marcia vincente. Inatteso passo falso del Serricciolo che si fa sorprendere dall’Orentanese e torna ad inseguire. In Seconda alle stelle solo Monzone e Mulazzo che vincono i derby di giornata, ma per le altre solo amare sconfitte, con la Fivizzanese che rientra nei ranghi. In Terza si esaltano Barbarasco e Palleronese, mentre Vallizeri e Fosdinovo si fermano allo 0 a 0.                                                          

Una formazione del Mulazzo Calcio. La squadra ha superato il Cerreto nel primo turno dei play off e si giocherà la Promozione in Seconda Categoria con l'Atletico Podenzana
Una formazione del Mulazzo Calcio. La squadra ha superato il Filvilla in una derby ricco di gol

Non è certo il caso di porsi degli interrogativi sulla attuale situazione della Pontremolese perché i fatti sembrano proprio parlare da soli. Gli azzurri, andando contro un pronostico non favorevole, almeno per la tradizione, rimontano nella ripresa il Villa Basilica e lo superano, riuscendo poi a reggere il ritorno dei padroni di casa nient’affatto soddisfatti di quanto stava accadendo. Così, nel tripudio generale, la Pontremolese porta a casa il quinto successo consecutivo in trasferta, cosa mai successa nella sua storia, almeno nei tornei di Eccellenza e di Promozione, con un solo caso più eclatante, quello della stagione 2010-2011, però in Prima categoria, dove le vittorie consecutive in trasferta dall’avvio furono addirittura otto e valsero il pronto ritorno in Promozione dopo due anni di purgatorio. Insomma, siamo di fronte ad un’impresa che ha già un suo valore storico e che noi andiamo a sperare possa essere migliorata nei prossimi turni, tanto da permetterci di esaltarci a dovere di fronte a certi exploit. Nei fatti la partita ha dimostrato tutte le difficoltà del caso perché certo il Villa Basilica non è mai stato, almeno per noi, un cliente comodo, al punto da permettersi di trovare il vantaggio nella prima frazione con tutti gli effetti conseguenti prevedibili. Invece, la Pontremolese ha serrato i ranghi e, nonostante qualche problema di organico, ha iniziato a macinare gioco per piazzare i due acuti vincenti a metà ripresa, il tutto con pieno merito, confermando anzi la qualità, soprattutto in trasferta, dimostrata fino a quel momento. La tattica vincente, un pressing assillante portato soprattutto dei centrocampisti votati a spezzare tutte le azioni di gioco dei padroni di casa ed avviare ripartenze micidiali, da due delle quali sono venute le botte vincenti. Per il Villa Basilica la presa d’atto di una superiorità uscita allo scoperto al momento giusto, contro la quale c’era ben poco da fare se non ammainare bandiera e rendere omaggio alla capolista. Senza dubbio, però, dobbiamo prendere atto che siamo solo ad un terzo del torneo e che tante situazioni nuove si stanno profilando sull’orizzonte del torneo dove vengono emergendo nuove protagoniste in partenza date per disperse. Per gli azzurri, però, è subito pronta la possibilità di confermare il loro stato di grazia e, soprattutto, la reale qualità della loro forza d’urto perché, domenica prossima, salirà al Comunale quel Maliseti Tobbianese che ci ha già dato in passato tanti dispiaceri e a cui non farebbe male dare ogni tanto una lezione, anche per tenere alto il morale per guardare lontano. Certo, non sarà una passeggiata, visto che si tratta della terza della classe, ma se davvero si vuole pensare al futuro occorre assolutamente evitare passi falsi.

I tabellini delle gare delle nostre formazioni
I tabellini delle gare delle nostre formazioni

Si ferma, invece, al momento meno prevedibile, la corsa del Serricciolo che si fa beffare nel finale da un’Orentanese decisa ad uscire dalla zona d’ombra della classifica e chiaramente indifferente al diverso tasso tecnico dell’avversario. I padroni di casa, infatti, sono partiti alla grande mettendo in difficoltà la squadra di Bertacchini che, forse, per la prima volta nella stagione sembrava non avere nessuna volontà reattiva. Quando in apertura di ripresa gli ospiti trovano il pareggio i giochi sembrano fatti e la soluzione finale già scritta. Invece, l’Orentanese ha serrato le fila e ha retto all’assalto poco convinto del Serricciolo per colpirlo a sorpresa proprio al 90’ quando già si guardava al risultato di parità nella generale soddisfazione. Un passo falso importante per gli aullesi che ora si trovano ad inseguire. A nostro avviso, però, non tutto il male viene per nuocere perché forse occorreva la stilettata giusta per ridimensionare l’ambiente e riportarlo alla realtà, per dare la giusta impostazione al futuro, senza troppo calcoli preventivi che, al momento, sono saltati. Poche sorprese, invece, dalla Seconda dove le cose continuano ad andare come al solito e le notizie positive ci arrivano solo dagli effetti dei soliti derby nostrani dovuta alla pattuglia troppo nutrita delle lunigianesi. Di fatto, guardiamo a due sole vittorie complessive che vengono proprio dai due derby di giornata dove si mette in piena luce il Mulazzo che, dopo essersi fatto rimontare dal FilVilla per ben due volte, alla fine riesce, in pieno recupero e con ben due uomini in meno, a piazzare la botta definitiva e a portare a casa tre punti che diventano fondamentali per dare alla classifica tutt’altro aspetto. Quello che non può dire il solito FilVilla che non riesce proprio, nonostante stavolta ci abbia messo tutta la sua buona volontà, a trovare la via giusta per uscire dall’anonimato nel quale è ripiombato, si direbbe, senza speranza di uscirne. Esulta allo stesso modo anche il Monzone che, battendo di misura il Monti in una partita animatissima e combattuta fino all’ultimo momento, nella quale però, in un certo modo, ai padroni di casa è bastato il gollazzo piazzato nei primi dieci minuti, esce dalla zona calda dove invece finisce il Monti che vanifica così tutte le attese dell’ultima ora. Il resto dice di tre sconfitte devastanti, oltre a quelle dei due derby. La più imprevedibile quella della Fivizzanese che non solo si è fatta rimontare il vantaggio iniziale dalla Stella Rossa, ma poi è crollato mettendo in luce tutte le sue pecche e soprattutto sottovalutando la crescita di una formazione partita male, ma che sta uscendo alla grande dall’ombra. Senza attenuanti, invece, le sconfitte di Atl. Podenzana e Filattierese, maturate in casa e contro avversari di livello non eccelso. Più problematico l’impegno dei castellani che se la sono vista con un Lido di Camaiore accorto e pronto ad approfittare del minimo errore dei padroni di casa. L’Atl., infatti, ha fatto a lungo la partita per subire su una ripartenza lo svantaggio quando tutto lasciava credere che fosse giunto il momento di affondare la lama. La rincorsa al pari è stata encomiabile ma gli ospiti non mancano l’occasione per la beffa. La Filattierese, invece, trova il vantaggio nella fase di avvio, poi, lentamente, si disunisce e permette all’Atl. Carrara, finora in piena crisi, di trovare le due reti che valgono tre punti d’oro, a dire che il quadro per la squadra di Cassiani non è roseo sotto troppi aspetti. Quanto alla Terza, finalmente una giornata che ci permette di dire che anche le nostre ci sono, sebbene il loro ruolo nel torneo sia tutto da scrivere. Sta provando a darsi una dimensione di qualità il Barbarasco che, grazie alla vittoria di misura in casa dell’Azzurra, si piazza in solitudine alle spalle della capolista, con poche speranze di realizzare l’aggancio, ma almeno di fare la figura che le compete. Risorge anche la Palleronese che strapazza di brutto l’Academy Montignoso e prova così a risalire la china per uscire dalla zona bassa. Obiettivo anche di Vallizeri e Fosdinovo che, chiudendo in bianco il derby di giornata, se non altro muovono la classifica e rinviano ad altri momenti la possibilità di mettersi in evidenza.

Luciano Bertocchi 

Risultati, classifiche e prossimi turni
Risultati, classifiche e prossimi turni

Condividi