Aulla: si è dimessa la presidente della commissione urbanistica

Si tratta di Monja Brunelli consigliera di minoranza del gruppo “Idee in Comune”, in polemica con il sindaco Valettini dopo lo scontro sulla vicenda Eurospin 

Monja Brunelli, la consigliera di "Idee in Comune"
Monja Brunelli, la consigliera di “Idee in Comune”

Non poteva non lasciare strascichi politici la violenta polemica nata a seguito dello scontro in consiglio comunale tra maggioranza ed opposizione sulla realizzazione di un supermercato Eurospin nel quartiere della Ragnaia, alla Filanda di Aulla. Un terreno che, secondo le minoranze, presenta numerose criticità sia per il rischio idrogeologico sia perché utilizzato per lo stoccaggio di fanghi durante l’alluvione del 2011; con l’opposizione che chiedeva quindi, in maniera compatta, spiegazioni su una licenza edilizia rilasciata per un’area considerata a dire poco problematica. Preoccupazioni che non hanno minato la sicurezza della maggioranza che ha assicurato, il progetto andrà avanti solo se tutto l’iter che lo riguarda “sarà assolutamente legittimo e percorribile”. Tutto questo al termine di un consiglio infuocato che come prima conseguenza politica ha fatto registrare le dimissioni di Monja Brunelli dalla presidenza della Commissione urbanistica. La consigliera comunale di “Idee in Comune” (la lista che ha candidato come sindaco Maria Grazia Lombardi) nel rimettere il mandato ha attaccato duramente il sindaco Roberto Valettini “durante l’ultimo consiglio comunale, per l’ennesima volta il Sindaco ha inteso rinfacciare la concessione di alcune Presidenze Consiliari permanenti. Nitido e palese, il significato politico di questa passata apertura, non certo il riconoscimento democratico nel rispetto degli elettori delle altre liste candidate alle elezioni del 2017, ma semmai, un mero pretesto da utilizzare per calmierare il lavoro di stimolo e controllo della nostra opposizione. Sulle prime esternazioni abbiamo glissato, ora però il vaso è colmo. Trovi, Valettini, un sostituto tra le sue risorse, così un domani avrà un’altra marionetta da incolpare di inadempienze e mancate convocazioni. Come ribadito nel consiglio del 20 agosto e notificato dalla segretaria generale, considero la mia esperienza da Presidente della Commissione lavori pubblici e urbanistica conclusa”. Una scelta che è arrivata anche dopo le numerose proteste, da parte della consigliera, per la poca collaborazione trovata negli uffici comunali per poter portare avanti il suo ruolo di presidente in maniera costruttiva.

Il sindaco di Aulla Roberto Valettini
Il sindaco di Aulla Roberto Valettini

Una dura presa di posizione a cui è arrivata un’altrettanto lapidaria replica da parte del gruppo consiliare di maggioranza “Aulla nel cuore”: “L’amministrazione comunale e il sindaco prendono atto della scelta della Brunelli che va esattamente nella direzione opposta rispetto alla proposta che questa amministrazione aveva fatto alle minoranze, ovvero di collaborare insieme per il bene di Aulla”. Secondo il gruppo che sostiene l’attuale amministrazione “è l’ennesima dimostrazione che è meglio ‘guastare’ anziché contribuire, e ancor meglio è rifuggire dalle responsabilità disattendendo un impegno importante. Quando la maggioranza propose la presidenza di due commissioni importanti alle due minoranze, fu fatta subito della dietrologia: ‘chissà qual è la verità di questa scelta’. E proprio con lo stesso modus operandi la presidenza della consigliera è venuta meno. Ma non è una novità. Prima o poi, da chi non ha intenzione di fare un’opposizione volta seriamente a migliorare le condizioni del proprio territorio, la fuga ci se l’aspetta, eccome”.

Condividi