Ottima riuscita della festa di S. Pietro ad Arpiola di Mulazzo

La S. Messa di mercoledì 27 giugno nel luogo dove sorgeva l’antica chiesa di San Pietro ad Arpiola di Mulazzo
La S. Messa di mercoledì 27 giugno nel luogo dove sorgeva l’antica chiesa di San Pietro ad Arpiola di Mulazzo

È riuscita anche quest’anno nei migliori dei modi, la quattro giorni di festa ad Arpiola di Mulazzo per la ricorrenza della tradizionale “Sagra di San Pietro” in concomitanza con la “21.ma Tavolata sotto le stelle” nel Parco Centro Giovanile San Giuseppe. Partecipazione sia alle cene a base di prodotti tipici lunigianesi, nonché alle serate danzanti in compagnia di rinomate orchestre spettacolo che con le loro musiche hanno saputo tenere compagnia e far divertire i numerosi avventori accorsi ad Arpiola.
La giornata di domenica ha avuto il suo clou con la Festa di San Pietro; alle ore 11 è iniziata la solenne Celebrazione Eucaristica nella chiesa parrocchiale di Arpiola, presieduta da don Stefano Pappalardo, giovane sacerdote vice parroco nel Mulazzese, e concelebrata dal parroco don Sergio Biasini.
Durante l’omelia don Stefano ha tracciato un po’ la storia della festa di San Pietro nella comunità locale e ha preso spunto proprio dal Santo per spiegare la pagina del Vangelo della Domenica, in cui Gesù fa risorgere la bambina di dodici anni, proprio per la fede dei suoi genitori, che in un primo momento erano disperati per la tragedia, ma poi hanno avuto fede e hanno pregato Dio, così Gesù li ha ascoltati.
Proprio su questo esempio, il sacerdote ha spronato i fedeli, ad avere sempre salda la fede e se anche qualche volta sbagliamo, come San Pietro che aveva rinnegato il Cristo, però poi si è pentito e ha pregato fino a pronunciare quelle belle parole del Vangelo “Tu sei il Cristo il Figlio del Dio Vivente”, così anche noi non dobbiamo mai perdere la fede e la speranza, perchè quando meno ce lo aspettiamo, il Signore saprà aiutarci anche con gesti concreti, risollevandoci dai nostri dolori e preoccupazioni spirituali e materiali.
Nel pomeriggio si sono svolti i Vespri Solenni presieduti da don Andrea Nizzoli ai quali ha fatto seguito la Processione con la statua del Santo, accompagnata dalla Banda Musicale di Filattiera e con i labari delle associazioni di volontariato, oltre al gonfalone del Comune. Anche don Andrea ha ricordato la figura di San Pietro, che assieme a San Paolo, sono le colonne portanti della Chiesa e a loro si deve guardare quali modelli di vita cristiana. A San Pietro, infatti, è stata affidata la Chiesa che ancora oggi, sotto la guida del suo successore Papa Francesco, continua ad annunciare la lieta novella e a portare a tutti una parola di coraggio, salvezza, gioia e carità. Un ringraziamento di cuore a tutti: i volontari, le donne che si prendono cura della chiesa, il coro parrocchiale e coloro che hanno allestito la pesca di beneficenza e, in modo particolare, i giovani e tutte le persone che hanno contribuito alla riuscita della Sagra.
Parole di gratitudine sono state rivolte da don Andrea, al quale la Comunità di Arpiola è a sua volta grata per aver presieduto la Celebrazione Vespertina in questo giorno di grande festa.

Condividi

Scrivi un commento