Troppi silenzi su strade comunali, provinciali e regionali

Botta e risposta tra Lega Nord e il sindaco di Fivizzano

Il partito locale del Carroccio segnala disagi alla strada che porta a Caugliano e Mazzola. Grassi replica “spesi oltre 200 mila per il ripristino delle strade”

Frana nella strada che porta a Caugliano e Mazzola.
Frana nella strada che porta a Caugliano e Mazzola.

La viabilità interna al territorio comunale, ma anche quella di collegamento intercomunale e interprovinciale, è da sempre uno dei problemi più denunciati dalla popolazione fivizzanese. Di volta in volta se ne fanno portavoce anche le varie forze politiche per sollecitare genericamente l’intervento delle diverse amministrazioni, magari in prossimità dell’inizio dei lavori, avendone in qualche modo avuto notizia in anteprima. Se non altro, però, servono a smuovere le acque e ad accorciare i tempi della burocrazia. Speriamo che sia così anche per la disastrata strada comunale che dalla statale 63 porta a Caugliano e Mazzola, oggetto, da parte della Lega Nord locale, di un sopralluogo e di una segnalazione al

Alcuni operai al lavoro per l'asfaltatura delle strade
Alcuni operai al lavoro per l’asfaltatura delle strade

sindaco di Fivizzano, che prontamente ha replicato che i lavori inizieranno a marzo- aprile, essendo già in corso le gare di affidamento, come poteva essere verificato sul sito del Comune. Il sindaco Paolo Grassi ha colto l’occasione per ricordare gli oltre 200mila euro spesi sulle strade di Equi, Soliera, Monzone, Moncigoli, Montecorto nel corso dell’estate appena passata. Anche per le frane sulla strada provinciale che da Piandimolino porta a Mezzana sembrano imminenti i lavori di sistemazione, essendo stata annunciata la disponibilità dei finanziamenti da parte della Provincia. Sono passati ben 4 anni da quando si sono registrati i primi cedimenti del piano stradale, che ora rendono difficile, ai limiti della pericolosità, il transito delle auto, come ha evidenziato anche un sopralluogo dei dirigenti della stessa Lega Nord. Ma sul tema dello stato delle strade si potrebbe continuare a lungo, parlando della sospensione dei lavori, ormai da circa un anno, sulla variante di Santa Chiara, nonostante gli ulteriori finanziamenti – più di 3 milioni di euro, in aggiunta agli oltre 28 già spesi – concessi dalla Regione per terminarla – o della provinciale Monzone – Carrara, di cui non si sa più nulla a proposito della progettazione e delle opere, nonostante le promesse e le assicurazioni della sindaca di Fosdinovo, Camilla Bianchi, rinnovate a Marciaso alcuni mesi orsono in una pubblica assemblea. Forse sarebbe il caso di rompere il lungo silenzio su queste due arterie – e sulla variante di Gragnola – di importanza fondamentale per la Lunigiana orientale, per chi vi risiede e per la sua economia. Andreino Fabiani

Condividi

Scrivi un commento