A Bagnone “cena dell’Amicizia” per sostenere le parrocchie

Nelle frazioni di Treschietto e di Vico

Michele Martelli e Filippo Cappanera, giovani cuochi di Bagnone
Michele Martelli e Filippo Cappanera, giovani cuochi di Bagnone

Le comunità di Treschietto e di Vico, spronate dal parroco don Angelo Boattin, sempre vicino al suo gregge, hanno organizzato la “Cena dell’Amicizia” per far fronte alle necessità delle due parrocchie dedicate rispettivamente a S. Giovanni Battista e all’Assunta. Si sa che, in ogni nostro paese, la gente è sempre di meno, ma il campanile fortunatamente resta il simbolo della fede, senza più generare sterili divisioni.

Per questo, sabato 20 maggio, nella tensostruttura collocata nel piazzale antistante la chiesa di Treschietto, si sono ritrovate molte persone per la cena comunitaria il cui incasso è stato interamente devoluto alle due parrocchie. Ogni dettaglio è stato curato nei minimi particolari, grazie all’impegno degli organizzatori e di tutti coloro che, in modo diverso, hanno dato il loro lodevole contributo. Il tutto amalgamato dalla serena convivialità e dalla consapevolezza di compiere un gesto nobile per una valida causa.

A cucinare piatti prelibati, dagli antipasti ai dolci, i giovani cuochi locali Michele Martelli e Filippo Cappanera, che hanno dato prova di bravura e creatività fra i consensi e gli applausi dei commensali. Soddisfatto per il successo della serata, don Angelo, ringraziando, ha ribadito che “è davvero bello e confortante vedere l’impegno profuso per la Casa del Signore e nostra. Mi commuove la bellezza del lavorare insieme, crescendo nell’amicizia vera che fa tanto bene al cuore e ci aiuta a crescere, anche come cristiani. Siete sulla strada giusta. Non cambiate rotta”. i.f.