Nel 2021 tanti visitatori per il Museo delle Stele e per Villa Dosi

In un anno difficile, oltre 13mila turisti al Piagnaro e 2.500 nella struttura barocca

Provare a ripartire dalla cultura. In mezzo alle tante difficoltà legate alla pandemia, Pontremoli chiude il 2021 con ottimi risultati per quanto concerne il turismo e la visita di alcuni suoi luoghi simbolo, come il Museo delle Statue Stele o la meraviglia barocca di Villa Dosi. Per quanto riguarda il misterioso “popolo di pietra” sono stati ben 13.861, i turisti che hanno visitato il Museo nel corso del 2021. “Tutto ciò non può che renderci orgogliosi e per questo motivo desideriamo ringraziare, oltre che i numerosi visitatori, tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo meraviglioso museo”, scrivono dall’istituzione museale.

Il salone d'Ingresso di Villa Dosi
Il salone d’Ingresso di Villa Dosi

Questo ottimo dato viene confermato dal buon 2021 per le visite a Villa Dosi Delfini a Pontremoli. La Villa ha sfiorato i 2.500 visitatori, superando l’anno 2019 – pre pandemia – e raddoppiando i numeri del 2020. Il viaggio nel Barocco inizia dai giardini, sotto i grandi cedri che accolgono il visitatore all’ingresso, e prosegue nel salone delle feste, riccamente decorato con quadrature e mobili di pregio. Si visita tutto il piano nobile, con l’affascinante collezione di dipinti, la cappelletta, le camere da letto. Nel corso dell’autunno, inoltre, la Villa è stata oggetto di interesse da parte di giornalisti e influencer, come Andrea Lorenzon di CartoniMorti, WikiPedro, Elisa e Luca di “Mi Prendo e Mi Porto Via”, che hanno realizzato contenuti multimediali, articoli di giornale, video. Ovviamente dopo un 2021 positivo, l’obiettivo è di continuare questo percorso anche nel 2022. Per il momento la visita ai musei continua ad essere permessa, ma subordinata all’esibizione della certificazione verde Covid-19 (Green Pass), insieme a un documento d’identità valido, e indossando almeno la mascherina chirurgica. E lo stesso vale anche per le visite a Villa Dosi che si svolgono in date prestabilite nel corso di tutto l’anno, nel rispetto delle normative anti-Covid19. La prenotazione è obbligatoria. (r.s.)

Share This Post